La Cantinella Napoli icona del gusto emblema di Napoletanità

ristorante la cantinella napoli

Oggi vi parlo di uno dei migliori ristoranti della Campania e sicuramente tra i migliori di Napoli: il Ristorante La Cantinella Napoli di sua Maestà Giorgio Rosolino.

La Cantinella ha iniziato la sua attività nel lontano 3 luglio 1976, ma all’interno delle sue pareti sul fantastico lungomare di Napoli, vista golfo e Vesuvio, già dal 1948 lavorava la famiglia Rosolino con il famosissimo Shaker Club.

Lo Shaker ha visto esordire tanti personaggi del nostro panorama musicale come i grandi maestri Renato Carosone e negli anni sessanta Peppino Di Capri.

Chi è il Sig. Rosolino?

giorgio rosolinoGiorgio Rosolino è il signore del gusto, un uomo elegante e raffinato con una gentilezza d’altri tempi.

Ha trasformato lo Shaker creando il ristorante la Cantinella, ha modellato il ristorante a sua immagine e somiglianza, rendendolo forma espressiva fedele dell’alta ristorazione campana e italiana, fatta di tradizione opportunamente aggiornata.

Uno dei punti di forza e di successo della Cantinella oltre alla maestria di Giorgio, sono l’attenta scelta delle materie prime che li contraddistingue da sempre, il pescato locale vivo, la frutta e gli ortaggi sempre di stagione rigorosamente del territorio, una fantastica carta dei vini hanno fatto si che nei primi 45 anni di storia dell attività il locale ottenesse riconoscimenti sulle riviste più importanti e prestigiose  del settore.

Un uomo che ha dedicato la sua vita alla ristorazione, un maestro di vita per molti suoi dipendenti , me compreso e definito da tanti suoi colleghi il Signore della Ristorazione, sacrifica spesso la sua vita privata e gli affetti familiari per la sua passione.

Nata nel 1976 come ristorante e pizzeria, dopo appena un paio di anni La Cantinella trovò la sua giusta identità e vocazione eliminando la proposta di pizze e concentrandosi solo sull’alta ristorazione tanto da conquistare nel 1980, come primo locale a Napoli, l’ambita stella Michelin che ha perso nel 2004 e poi riconquistata cinque anni dopo.

La grande ambizione di Giorgio lo spinge ad aprire la Cantinella Club a due passi dalla casa madre per far divertire i suoi ospiti con ottimi drink e musica live, con artisti di spessore.

Poi nel 2003 apre La Cantinella di Capri raccogliendo anche qui sull’isola mondana un notevole successo.

La Cantinella in questo quasi mezzo secolo ha ospitato e deliziato i palati di tantissimi ospiti famosi da tutto il mondo dai personaggi dello spettacolo ai politici, dai calciatori agli sceicchi e tanto altro ,ma il bello della Cantinella e che accoglie tutti i suoi ospiti alla stessa maniera ,coccolandoli dall’ inizio alla fine.

Il calore e l’amore che si percepiscono sono unici come il meraviglioso panorama che offre la location in una posizione più che privilegiata. L’ambiente e gli arredi raffinati la cura dei particolari rendono questo locale il fiore all’occhiello della ristorazione partenopea e italiana.

Se un locale festeggia il suo 45° anniversario di attività, nonostante le varie crisi economiche e la terribile sosta per la pandemia ci sarà un perché…

45 anni la cantinella ristorante napoliIl 5 luglio ci sarà una grande rassegna culinaria per il traguardo raggiunto. Nasce l’idea di radunare la grande “Famiglia Cantinella” per una cena degustazione con gli storici e gli attuali chef, insieme ai vecchi e nuovi maitre e sommelier riproporranno il meglio di questi anni o come direbbe Renato Zero i migliori anni della nostra vita.

Una cena degustazione che vedrà impegnati in cucina al fianco e sotto l’occhio vigile del King Giorgio e della giovane Sandy Rosolino  i maestri Avitabile Basilio, Casillo Andrea,  Economico Ciro, Esposito Edmondo, La Volla Antonio, Paduano Francesco e Simaz Roberto .

Prima per un aperitivo nel dehors e poi in  sala cureranno l’evento per circa 60 ospiti i maestri Marfella Gianfranco, Piezzo Giovanni, Rocco Giovanni, Rosolino Luciano, Vinci Luciano.

Allieteranno la serata alcuni artisti che hanno sempre accompagnato il buon cibo e il buon vino, con la loro voce e diretti dalla musica del  maestro Aita Roberto.

Per info e prenotazioni contattare il

Ristorante La Cantinella

Via Cuma ,42 Napoli

081 7648684

info@lacantinella.it

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

diana gourmet alassio

Il Diana Gourmet di Alassio

Il Diana Gourmet è il ristorante gastronomico dell’albergo Diana Grand Hotel. La firma del menu è quella dello chef Ivano Ricchebono, 1 stella Michelin, il

Cibo e ansia – nemici e amici

Il cibo e l’ansia sono strettamene correlati e il loro rapporto, in base a come decidiamo di gestirlo, può giovare al nostro organismo e alla

tutte le sfumature del vin brûlé

Vin Brulè

Vin Brulè che cosa è, dove si assaggia, come si fa? In inverno durante quelle giornate fredde e ventose in cui l’unico desiderio è riscaldarsi con

gambero rosso la storia

Gambero Rosso, la guida e la storia

Gambero rosso, come nasce la guida? Gambero Rosso S.p.a. è una casa editrice specializzata in enogastronomia, fondata il 16 dicembre 1986 dal giornalista Stefano Bonilli, come supplemento

dettaglio cibo fritto

Ricette friggitrice ad aria

  La friggitrice ad aria, o airfryer, è un’alternativa più salutare alla classica friggitrice e permette di usare poco olio, ottenendo cotture al forno, grigliate,

Il cibo che fa bene alla pelle

Il cibo non è solo quello che crediamo. Un solo chicco di caffè può condizionare il nostro umore, favorire determinate patologie o – al contrario

le botti in cantina

Le fasi del metodo classico

Il metodo classico, detto anche metodo tradizionale o metodo champenoise, è un sistema di spumantizzazione caratterizzato dal principio della rifermentazione in bottiglia. È un procedimento

Aglio – il miglior amico della memoria

L’aglio è un alimento immancabile nella cucina di ogni italiano, utilizzato in praticamente ogni ricetta, è il miglior amico dell’organismo per tantissimi fattori. Una delle

distese di vino chianti

Vino Chianti, zona di produzione

Vino Chianti, zona di produzione e storia L’origine del nome Chianti non è certa. Secondo alcune versioni potrebbe derivare dal termine latino clangor, ovvero rumore,