apple store

Pane e panelle: ricette e tradizioni siciliane

pane-e-panelle

Pane e panelle è lo squisito snack siciliano per merende, aperitivi e per ogni pasto sfizioso.

La panella è una frittella a base di farina di ceci. Parte della tradizione culinaria siciliana, è diventata in tempi recenti ottimo spuntino da street food. Buono per tutte le età, amato da tutti i ceti sociali e molto diffuso nella città di Palermo. Le panelle servono a farcire pane o panini. Da qui il nome completo. La tradizione siciliana prevede la celebre mafalda o la moffoletta, cioé il pane al sesamo. Cimino o giuggiulena in dialetto locale. Non possono mancare come accompagnamento le crocché di patate o cazzilli.

Continuate a leggere questo articolo. Vi trasporteremo a spasso per la storia e gastronomia. Inoltre, vi forniremo consigli e ricette per dar vita a questa eccellenza dal sapore tutta italiano e fiore all’occhiello della Trinacria. Di seguito, qualche cenno delle origini di pane e panelle.

Pane e panelle: origini e storia

Come tanti altri cibi tipici della Sicilia, anche le panelle nascono dall’influenza araba. Gli Arabi diventarono signori dell’isola tra il IX e XI secolo. E portarono le loro conoscenze in campo gastronomico. Nel nostro caso, macinarono i semi dei ceci e realizzarono una farina. A questa unirono l’acqua per poi cuocerla. Alcune fonti riferiscono di un uso già in epoca romana.

Una piccola parte di questo impasto diede vita alla panella. Che si cominciò a friggere nel tardo medioevo, sotto gli Angioini. In origine, era un prodotto riservato al popolo, poi venne consumato anche dai ceti più abbienti.

La panella non è solo salata ma anche dolce. Secondo la leggenda, il 13 dicembre del 1646 Santa Lucia accolse le preghiere dei palermitani colpiti dalla carestia. Nel porto arrivò un inaspettato carico di grano. Da quel giorno si festeggiò con una panella a base di zucchero, uova e burro.

Pane e panelle: Ricette siciliane

Per prima cosa, dovrete preparare i panini al sesamo. Procuratevi: 1 kg di farina di semola di grano duro, 600 g di acqua circa, 75 g di lievito di birra, 30 g di sale, 4 cucchiai di olio, 1 cucchiaino di malto d’orzo e semi di sesamo.

In una ciotola unite l’acqua tiepida alla farina versata a fontana. Aggiungete il lievito, sciolto in acqua e olio. Impastate a mano per un po’ di tempo, per poi introdurre anche il sale. Quando l’impasto si staccherà dalla ciotola, continuate a lavorarlo sul tavolo. Dovrà essere liscio e non appiccicoso. Poi lasciatelo lievitare fino a raddoppiamento del volume. Prendete una spianatoia e create i vostri panini, mettete il sesamo e rigirateli. Fateli lievitare per mezz’ora e poi infornate a forno già caldo.

Per le panelle gli ingredienti sono: 250 g di Farina di ceci, 750 ml d’acqua, sale, pepe nero, prezzemolo e Olio per friggere q.b., 8 Panini al sesamo.

Prendete una pentola bassa e larga. Versateci la farina di ceci ed aggiungete abbondante sale e pepe nero. Versate un po’ dell’acqua prevista dalla ricetta.  Aggiungete l’acqua poco per volta e intanto girate, evitando la formazione di grumi. Il risultato deve essere un composto liscio, come una crema. Fatto questo, continuate a gire inserendo tutta l’acqua rimanente. Ponete la pentola sul fuoco. Cominciate a cuocere a fuoco basso, mescolando bene con un mestolo. Fate molta attenzione a non far attaccare la crema. Questa diventerà col tempo densa. Serviranno sui 15-20 minuti per terminare la cottura. Aggiungete il prezzemolo tritato prima di chiudere.

Usate un contenitore con bordi alti per versare il composto. Quando si sarà raffreddato, affettatelo con un coltello o uno spago da cucina (se risulta ancora morbido) e friggetelo. In alternativa, potete servirvi di una spianatoia per velocizzare il processo di raffreddamento. Abbondate con olio bollente e iniziate la frittura. Togliete le panelle a completa doratura ed eliminate l’olio in eccesso. Farcite con almeno 4 fette i panini e aggiungete il parmigiano grattugiato.

Panelle di Santa Lucia: ricetta dolce

Ora che abbiamo visto la ricetta di pane e panelle, non possiamo terminare senza proporvi la variante dolce. Come abbiamo detto in precedenza, vengono cucinate il 13 dicembre, per la festa di Santa Lucia. Gli ingredienti saranno: 1 kg farina di ceci, 1,5 g di sale, 5 g di zucchero, 2,5 g di bicarbonato, 1 l di acqua, 150 g di burro e 150 g di uova intere.

Prima di tutto, portate a ebollizione acqua, burro, sale e zucchero in una pentola. Poi aggiungete tutta insieme la farina e fate cuocere fino a quando il composto non sarà solido. Versatelo in una planetaria e poi introducete le uova e il bicarbonato.Fate raffreddare e stendete l’impasto con spessore di 2/3 mm.

Ricoprite con dischi di sfoglia da 10 cm. Utilizzate un cucchiaio di ricotta zuccherata e gocce di cioccolato per guarnire le panelle. Spennellate i bordi con l’uovo e coprite con un altro disco. Ora potete friggerle in olio di semi. Infine, asciugatele e cospargetele di zucchero semolato e cannella. O ancora meglio riempitele di crema pasticcera.

Se vi sono piaciute queste ricette e tradizioni siciliane, provata a fare pane e panelle a casa vostra e poi fateci sapere nei commenti il risultato, dolce o salato!

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

lenticchie carne dei poveri cinque gusti

Le lenticchie: la carne dei poveri

Le lenticchie sono tra i legumi più antichi e, in età medioevale, definite la carne dei poveri proprio perché consumate in abbondanza insieme ai fagioli

ricette con castagne cinque gusti

Ricette con le castagne

Autunno, foglie che cadono, primi freddi a cosa vi fanno pensare? Non si può fare a meno di trasportare i nostri pensieri verso le castagne:

la stufatura cinque gusti

La stufatura

Quando parliamo di stufatura parliamo di un metodo di cottura in umido dove gli alimenti vengono cotti lentamente a fuoco molto basso. Grassi e liquidi

festa del cuoco 2021 soverato catanzaro calabria fic

Festa del cuoco 2021

Il 12 e il 13 ottobre 2021 si terrà a Soverato e a Catanzaro in Calabria la tradizionale festa del cuoco 2021. L’evento è stato