Le polpette, tutte le sfumature

le-polpette

La storia delle polpette e le varianti più famose 

Le polpette sono un pietanza amata da tutti ed è uno dei piatti più conosciuti in Italia, la loro ricetta è molto semplice, così come la preparazione; generalmente sono a base di carne, ma possono essere preparate anche con verdure oppure con pesce. 

La ricetta base presenta tante variazioni soprattutto legate al luogo di preparazione, c’è chi aggiunge l’uvetta, chi aggiunge vari aromi, chi usa la carne di maiale e chi invece usa la carne di vitello, vengono preparate al sugo oppure fritte, e la lista delle variazioni è ancora molto lunga.

Ma non esistono solo famose polpette al sugo italiane ma anche all’estero ci sono molti tipi di polpette, per esempio le polpette svedesi, i meatballs irlandesi oppure le almondegas del Portogallo. In questo articolo vi faremo scoprire come sono nate le famose polpette e vi faremo conosceremo anche le varianti più famose sia italiane che straniere.

Storia delle polpette

Le origini non sono ben conosciute ma è molto probabile che esse sono nate in Persia (l’attuale Iran), infatti le kofta, polpette tipiche mediorientali, derivano il proprio nome dal persiano koofteh, che significa “carne pestata”. Nate in Persia poi si sarebbero diffuse in tutto il medioriente con la conquista araba della Persia, e poi con la conquista della Spagna, da parte degli Arabia arrivarono in Europa. 

All’arrivo in Italia questo gustoso piatto non si chiamava ancora polpetta; il nome polpetta è apparso in Italia per la prima volta nel 1400, esattamente nel testo “Il Libro de Arte Coquinaria» di Mastro Martino de’ Rossi; anche se bisogna sottolineare che il piatto chiamato polpetta nel Libro Arte Coquinaria, si trattava di un involtino di carne molto poco simile alla polpetta che conosciamo oggi.

La prima ricetta e preparazione della polpetta simile a quella attuale si deve a Bartolomeo Stefani, un cuoco di Mantova e siamo nel 1500. Un piatto che con il tempo diventa molto popolare soprattutto quando al posto del più pregiato vitello si inizia ad usare la carne di maiale; fino ad arrivare nel 1800 quando ormai le polpette sono conosciute e mangiate in tutta Italia.

Ma perché si chiama polpetta? Quasi sicuramente il nome deriva dalla tipologia di carne utilizzata in questi tempi per preparare questo piatto, cioè la polpa di vitello e appunto da polpa abbiamo polpetta.

Polpette: le varianti italiane

Quando si parla di polpette si pensa subito alla classica polpetta di carne, a base di carne macinata, pane ammollato nel latte, parmigiano, impanate e poi fritte, ma in Italia esistono diverse varianti di polpetta, praticamente quasi ogni regione ha la sua polpetta particolare. Andiamo a conoscere le varianti italiane più famose. Possiamo quasi dire “cinquanta sfumature di polpette”.

Mondeghili

Il mondeghili è la classica polpetta milanese; questa variante ha come ingrediente base la carne di manzo avanzata dal bollito che viene impastata con la mollica di pane raffermo, il tutto viene fatto ammorbidire nel latte e poi fritto nel burro.

Polpette di polpo 

Questa è una classica preparazione pugliese, dove al posto della carne si usa il polpo lesso e si aggiunge tanto peperoncino; possono essere sia preparate al forno che fritte nell’olio.

Le pallotte 

Questa è una tipica preparazione dell’Abruzzo, e sono polpette senza carne; vengono preparate con mollica di pane, latte, uova, pecorino, sale, pepe, aglio e fritte nell’olio. Si mangiano rigorosamente nel sugo.

Polpette di melanzane

Questa è una variante tipica del Sud Italia, dove al posto della carne si usano melanzane cotte in forno, che vengono amalgamate con uova, pangrattato, prezzemolo, sale, pepe e poi fritte nell’olio.

 

Polpettine di pane e patate

Questa è una preparazione del Trentino Alto Adige, e si preparano con patate schiacciate, pane ammollato, formaggio di malga, pancetta affumicata, uova, sale e pepe e fritte nel burro.

Granatine

Le granatine sono le polpette della Liguria, e vengono preparate con riso, verdure funghi, burro, uova, carciofi e pesce e poi fritte nell’olio.

Polpette con legumi

Questo tipo di polpette vengono preparate sostituendo la carne con i legumi (ceci, fagioli o lenticchie). Tipico piatto per vegetariani.

Polpette: le varianti estere

Anche all’estero esistono delle gustose varianti di polpette, andiamo subito a scoprirle.

Meatballs irlandesi

Queste sono delle gustose polpette dell’Irlanda preparate con carne di pecora, molto speziate e piccanti. 

Faggots 

Per gli stomaci forti sono da provare le polpette della Scozia, preparate con cuore di maiale, fegato e tante spezie.

Kofte

Polpette tipiche della Turchia, si preparano con carne di agnello e vengono servite accompagnate da salsa piccante.

Königsberger Klopse 

Polpette tipiche della Germania, la ricetta è molto simile a quella classica italiana, con la differenza che in queste polpette si aggiungono anche le alici e le arringhe; quindi un mix di carne e pesce.

Kotbullar

Le famose polpette svedesi, preparate con manzo, maiale e vitello, pane e cipolla, il tutto fritto nel burro; esse vengono servite con una salsa a base di vino, panna e patate.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

diana gourmet alassio

Il Diana Gourmet di Alassio

Il Diana Gourmet è il ristorante gastronomico dell’albergo Diana Grand Hotel. La firma del menu è quella dello chef Ivano Ricchebono, 1 stella Michelin, il

Cibo e ansia – nemici e amici

Il cibo e l’ansia sono strettamene correlati e il loro rapporto, in base a come decidiamo di gestirlo, può giovare al nostro organismo e alla

tutte le sfumature del vin brûlé

Vin Brulè

Vin Brulè che cosa è, dove si assaggia, come si fa? In inverno durante quelle giornate fredde e ventose in cui l’unico desiderio è riscaldarsi con

gambero rosso la storia

Gambero Rosso, la guida e la storia

Gambero rosso, come nasce la guida? Gambero Rosso S.p.a. è una casa editrice specializzata in enogastronomia, fondata il 16 dicembre 1986 dal giornalista Stefano Bonilli, come supplemento

dettaglio cibo fritto

Ricette friggitrice ad aria

  La friggitrice ad aria, o airfryer, è un’alternativa più salutare alla classica friggitrice e permette di usare poco olio, ottenendo cotture al forno, grigliate,

Il cibo che fa bene alla pelle

Il cibo non è solo quello che crediamo. Un solo chicco di caffè può condizionare il nostro umore, favorire determinate patologie o – al contrario

le botti in cantina

Le fasi del metodo classico

Il metodo classico, detto anche metodo tradizionale o metodo champenoise, è un sistema di spumantizzazione caratterizzato dal principio della rifermentazione in bottiglia. È un procedimento

Aglio – il miglior amico della memoria

L’aglio è un alimento immancabile nella cucina di ogni italiano, utilizzato in praticamente ogni ricetta, è il miglior amico dell’organismo per tantissimi fattori. Una delle

distese di vino chianti

Vino Chianti, zona di produzione

Vino Chianti, zona di produzione e storia L’origine del nome Chianti non è certa. Secondo alcune versioni potrebbe derivare dal termine latino clangor, ovvero rumore,