apple store

bombette pugliesi

bombette-pugliesi

Le bombette pugliesi: storia e preparazione

Uno street food tutto italiano, le bombette pugliesi sono conosciute in tutta la penisola così come all’estero come simbolo della capacità di noi italiani di creare piatti davvero unici nel loro genere. A tutti noi piace gustarle, ma una cerchia ristretta di persone può vantare di conoscerne la storia: andiamo dunque a scoprirla in questo articolo.

Con il termine “bombette pugliesi” ci si riferisce a degli involtini di carne di dimensioni relativamente piccole, comprese tra i 3 ed i 5 centimetri. Il nome “bombetta” deriva dal fatto che il ripieno che viene avvolto dalla carne rappresenta una vera e propria esplosione di sapori, che fa innamorare chiunque (o quasi!) provi ad assaggiare questa pietanza. Si tratta quindi di ripieni arrotolati con delle fettine di capocollo, nientemeno che la coppia di maiale. La tradizione pugliese richiede un ripieno costituito da pezzi di formaggio canestrato rigorosamente pugliese, sale, pepe, aglio ed infine prezzemolo.

Qual è la storia delle bombette pugliesi?

Molti si domandano quale sia l’origine precisa di questo piatto davvero unico. Le origini di questo tipo di involtini alla brace risalgono agli anni ’60, quando delle macellerie pugliesi iniziarono a vendere le bombette come un cibo da mangiare per strada (per l’appunto, uno street food). Il loro sapore e la possibilità di mangiarle anche come spuntino mentre si passeggia per le strade le ha rese un piatto conosciutissimo ed amato da tutti.

Tipicamente, le bombette si possono trovare nelle macellerie e nelle bracerie di Bari, Brindisi e Taranto. È possibile acquistarle per cuocerle a casa, ma è molto comune che vengano vendute appena arrostite, da consumare mentre si visita la città.

La ricetta delle bombette pugliesi

La tradizione pugliese vuole che la ricetta delle bombette resti solamente e rigidamente una sola, anche se poi col tempo la creatività dei cuochi ha avuto la meglio, e si sono diffuse molte varianti di questa pietanza dell’Italia meridionale. Il primo passo per la preparazione delle bombette pugliesi è tagliare delle fette sottili di caciocavallo, per poi stendere le fette di capocollo che si battono con un batticarne al fine di renderle più sottili.

A questo punto inizia la vera e propria creazione delle bombette: si pone su ogni fetta di carne una fetta di pancetta ed alcune fette di caciocavallo, poi un pizzico di sale, un po’ di pepe, del prezzemolo ed infine l’aglio. Si procede quindi con l’arrotolare le fettine per poi bloccarle in posizione con uno stuzzicadenti. Esse vengono successivamente bagnate con dell’olio extravergine di oliva.

Certamente le bombette possono anche essere cotte al forno, ma ricordate che la tradizione vuole che vengano rigorosamente cotte alla brace. In ogni caso, saranno sicuramente un piatto delizioso.

Consigli per la preparazione

Vediamo ora quelli che sono alcuni consigli per la preparazione delle bombette, che possono essere particolarmente utili per chi è alle prime armi e non vuole rischiare di preparare un piatto mal fatto. Anzitutto, si consiglia di non esagerare mentre si condiscono le bombette con il formaggio, in quanto si corre il rischio che esso fuoriesca nel momento in cui si scioglie.

Se non avete il canestrato pugliese o il caciocavallo in cucina, e non riuscite a trovarlo nei supermercati, allora è possibile utilizzare anche il pecorino ed il grana. Si tratta di formaggi meno cremosi, ed il sapore non sarà naturalmente quello delle tipiche bombette pugliesi, ma il risultato sarà comunque delizioso. Allo stesso modo, è possibile preparare le bombette con delle fettine di vitello, ma anche qui avrete una consistenza meno morbida rispetto a quella che si otterrebbe utilizzando il capocollo di maiale.

Alcuni preferiscono escludere la pancetta ed i salumi dalla preparazione delle bombette e condiscono solamente con formaggio, prezzemolo, sale e pepe. Va bene anche così, come al solito il sapore varia, ma si è liberi di sperimentare per trovare il sapore che più si addice ai propri gusti.

Se invece preferite aggiungere qualcosa in più alle vostre bombette, è possibile includere delle piccole polpette preparate con trito di maiale e vitello all’interno dell’involtino.

Infine, le bombette possono essere preparate anche al forno, ed in questo caso si consiglia di azionare il grill per alcuni minuti al termine della cottura, al fine di rendere la superficie della pietanza più dorata.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

lenticchie carne dei poveri cinque gusti

Le lenticchie: la carne dei poveri

Le lenticchie sono tra i legumi più antichi e, in età medioevale, definite la carne dei poveri proprio perché consumate in abbondanza insieme ai fagioli

ricette con castagne cinque gusti

Ricette con le castagne

Autunno, foglie che cadono, primi freddi a cosa vi fanno pensare? Non si può fare a meno di trasportare i nostri pensieri verso le castagne:

la stufatura cinque gusti

La stufatura

Quando parliamo di stufatura parliamo di un metodo di cottura in umido dove gli alimenti vengono cotti lentamente a fuoco molto basso. Grassi e liquidi

festa del cuoco 2021 soverato catanzaro calabria fic

Festa del cuoco 2021

Il 12 e il 13 ottobre 2021 si terrà a Soverato e a Catanzaro in Calabria la tradizionale festa del cuoco 2021. L’evento è stato