apple store

La pasta di mandorle: storia e cultura

La pasta di mandorle è un ingrediente dolciario tipico della cucina del Sud Italia.

Molti dolci legati alle festività religiose, sono realizzati con questo preparato e sono tutti molto prelibati. Andiamo allora a vedere insieme l’origine della pasta di mandorle e scopriamo la sua storia. Da dove deriva, chi l’ha creata e usata per la prima volta? E come si intreccia il suo utilizzo con la cultura di regioni quali Puglia, Sicilia e Calabria?

A queste domande risponderemo in maniera chiara. Poi passeremo a proporvi nel dettaglio la ricetta e faremo luce su alcuni tra i dolci della tradizione italiana che si preparano con la pasta di mandorle. Se non li conoscete, vi consigliamo già da subito di prendere appunti. Procediamo insieme con calma.

Pasta di mandorle: origini e storia

Secondo alcune fonti, l’origine della pasta di mandorle risale alla fine del XII secolo. Vicino alla Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio a Palermo, sorgeva (e sorge tuttora) il convento della Martorana. Proprio qui monaci e monache cominciano a utilizzare questo ingrediente per realizzare nuove ricette dolciarie. Una di queste è la frutta martorana. Dolce decorato e progettato per stupire arcivescovi o personaggi illustri che visitavano il convento. Specialmente per la santa Pasqua. In tempi più recenti, è tradizione regalarne un esemplare ai bambini nel giorno di Ognissanti. Come fosse un presente dei parenti defunti

C’è però un’altra versione da considerare. Qui andiamo ancora più indietro nel tempo. E’ il VI secolo e gli arabi cominciano a lavorare lo zucchero con le mandorle per creare dolci raffinati. Giunti in Sicilia, esportano questo modello culinario sull’isola. Quale sia l’origine esatta è difficile dirlo. Il prodotto è presente anche in Puglia, Calabria e Sardegna e si è diffuso anche in Campania e Lazio. Il successo della pasta di mandorle ha dunque attraversato e valicato i confini dell’Italia. La pasticceria mondiale se n’è appropriata da molto tempo. E voi non avete voglia di provarla? Capiamo allora insieme la ricetta della pasta di mandorle.

 

Ricetta pasta di mandorle

Siamo arrivati al momento della ricetta della pasta di mandorle. Come tutti gli appassionati di cucina sanno, i prodotti fatti in casa sono genuini e hanno un marcia in più. E la pasta di mandorle non fa differenza. Per prepararla vi serviranno:1 kg di mandorle secche sbucciate, 200 g di mandorle amare, i semi di una bacca di vaniglia, la cannella, la scorza di un limone, 1 kg di zucchero e 120 ml d’acqua. In primo luogo, dovrete frullare tutti gli ingredienti solidi. Potrete usare un comodo mixer o lo strumento che avete a casa. Il passo successivo è questo. All’interno di una casseruola fate sciogliere lo zucchero con l’acqua.

Mescolate bene e avrete la consistenza di uno sciroppo. Aggiungete le mandorle macinate in precedenza(operazione da fare poco per volta). Fatto questo, potete riporre il composto in frigo, ben coperto. Esiste un altro metodo di preparazione, detto a caldo ma richiede una difficoltà maggiore. Chi ama gli aromi, può aggiungere quello di mandorla oppure qualche liquore fruttato alla ricetta. In questo senso, potete sbizzarrirvi a vostri gusto.       Curiosi di sapere cosa potete fare con la vostra pasta di mandorle fatta in casa? Continuate a leggere di seguito e ne saprete di più.

Dolci con pasta di mandorle

Ora che abbiamo capito come realizzare la pasta di mandorle, è bene sapere in che modi usarla. La pasticceria è il settore principe per questo preparato. Moltissimi pasticcieri se ne avvalgono per ideare i loro dolci. Basta mettere al plurale il termine ed ecco che spuntano le paste di mandorle. Quante volte vi sarà capitato di mangiarle? Sono quelle con la ciliegina o la mandorla al centro. Si tratta di piccoli biscotti che risultano vere e proprie delizie. Sono anche chiamati ricci di mandorle.

Da qualche settimana, è passato il periodo pasquale. Bene, proprio durante questa festività, molte persone amano acquistare un agnello in pasta di mandorle. Di solito è di dimensioni contenute ed ha un valore fortemente simbolico. E’ reperibile nella zona salentina della Puglia o in varie parti della Calabria. Come abbiamo visto in precedenza, c’è anche la frutta martorana ma la fantasia e l’immaginazione sono aperte a tutto. Per questo troveremo facilmente nelle regioni del Sud dolci a forma di pesci, farfalle o personaggi cari al mondo dei bambini.

Anche le cassate siciliane, conosciute in tutta Italia e nel mondo, presentano questo ingrediente. Rimanendo in Sicilia, come non parlare della granita con pasta di mandorle? Un ottimo prodotto fresco da consumare d’estate. Magari in riva al mare e servito con una morbida brioche. La pasta di mandorle può servire anche per crostate o per farcire torte. Famosa è la torta Rosata di Altamura, specialità natalizia della Puglia. In Sardegna vengono serviti i croccantini alle mandorle, simili agli amaretti. Che, a seconda della zona di provenienza, sono chiamati sos gueffos, is gueffusguelfuspirichittus.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

lenticchie carne dei poveri cinque gusti

Le lenticchie: la carne dei poveri

Le lenticchie sono tra i legumi più antichi e, in età medioevale, definite la carne dei poveri proprio perché consumate in abbondanza insieme ai fagioli

ricette con castagne cinque gusti

Ricette con le castagne

Autunno, foglie che cadono, primi freddi a cosa vi fanno pensare? Non si può fare a meno di trasportare i nostri pensieri verso le castagne:

la stufatura cinque gusti

La stufatura

Quando parliamo di stufatura parliamo di un metodo di cottura in umido dove gli alimenti vengono cotti lentamente a fuoco molto basso. Grassi e liquidi

festa del cuoco 2021 soverato catanzaro calabria fic

Festa del cuoco 2021

Il 12 e il 13 ottobre 2021 si terrà a Soverato e a Catanzaro in Calabria la tradizionale festa del cuoco 2021. L’evento è stato