Gli gnocchi, gusto e tradizione

gnocchi di patate dettaglio

Quando si parla di gnocchi, noi ricordiamo quel tipo di pasta sfizioso e soprattutto particolare adatto per quando si è annoiati della solita pasta. Tutti conoscono gli gnocchi, ma non tutti conoscono la loro storia e le molte ricette che si possono preparare con questo tipo di pasta davvero gustoso.

Gli gnocchi sono un cibo davvero semplice da realizzare, in quanto richiedono pochi ingredienti molto facilmente reperibili e la loro preparazione è relativamente veloce. Ci sono molte ricette che rendono questo alimento ancora più buono da integrare a pranzi e cene, e c’è anche una storia che risale a molto tempo fa a fare da sfondo agli gnocchi. Se la curiosità ti spinge a saperne di più sugli gnocchi, allora non ti resta che continuare a leggere per risolvere ogni dubbio.

Qual è la storia degli gnocchi?

Ci sono tante regioni italiane che rivendicano l’origine degli gnocchi. Sebbene essi siano solitamente associati al nord Italia, la realtà è che essi si trovano in tutta la penisola e in molte forme diverse, preparati con una serie di ingredienti di base che mutano a seconda della loro origine: farina, farina di mais, semola, pane, farina di castagne, ricotta, o verdure – dalla zucca agli spinaci alla classica patata.

Si crede che il termine gnocchi derivi da nocca, una parola che implica la forma piccola, stretta e arrotondata degli gnocchi che conosciamo oggi. I più celebri gnocchi di patate che sono conosciuti e amati in tutto il mondo risalgono al sedicesimo o, più probabilmente, al diciassettesimo secolo, ben dopo che i pionieri spagnoli trasportarono le patate dal Sud America e le immisero nella cucina italiana.

Tuttavia, ulteriori forme di gnocchi esistono fin dal Rinascimento (e plausibilmente molto tempo addietro), come tipo di piatto di lusso che era possibile trovare sulle tavole dei banchetti per le occasioni più importanti. Nella Lombardia del XV secolo, gli gnocchi fatti di pane, latte e mandorle macinate erano chiamati zanzarelli. Nel suo libro di cucina risalente al 1570, Bartolomeo Scappi scrive una ricetta per gli “gnocchi” fatti con un impasto di farina e pangrattato mescolati con acqua e spinti attraverso i fori di una grattugia. Un po’ più tardi, uova, farina e acqua furono introdotti nella ricetta.

Nel diciannovesimo secolo, Pellegrino Artusi, il padre della cucina italiana, pubblicò una ricetta di gnocchi di patate preparati precisamente nella stessa maniera che siamo soliti vedere oggi, con tanto di storia annessa di una donna i cui gnocchi sparirono nella pentola in cui li stava bollendo poiché non aveva usato farina a sufficienza per tenerli uniti. Prima dà forma ai suoi gnocchi in pezzi della dimensione di un mignolo e poi li fa rotolare contro il retro di una grattugia per dare ad essi consistenza. Quella consistenza, sia creata arrotolando gli gnocchi con i denti di una forchetta o con uno speciale attrezzo di legno, aiuta a dare agli gnocchi altrimenti lisci piccoli angoli e fessure dove il sugo può nascondersi, e garantisce un sapore pieno ad ogni morso.

Ricette con gli gnocchi

Quando il quesito è “Come condire gli gnocchi?”, allora le possibili risposte sono davvero tante. A questo proposito, andiamo ora a vedere quelli che sono i sughi più gustosi per condire gli gnocchi.

Sugo al pomodoro

Naturalmente, questo è un classico. La semplicità del gusto lo rende appetibile a quasi tutti, e la facilità di preparazione fa sì che chiunque riesca a prepararlo, anche chi è meno pratico ai fornelli. Basterà far soffriggere la cipolla insieme ad uno spicchio d’aglio ed un filo di olio, per unire poi la passata al tutto e, se volete, una foglia di basilico.

Sugo ai quattro formaggi

Un’altra alternativa davvero sfiziosa, in questo caso si utilizzano dei formaggi morbidi che sono in grado di sciogliersi sugli gnocchi e creare l’effetto “filante”. Per gli amanti dei formaggi questo piatto è davvero uno splendore, in quanto unisce la morbidezza tipica degli gnocchi al sapore intenso del formaggio.

Sugo alla sorrentina

Questa ricetta viene direttamente dalla Campania e vuole unire mozzarella, pomodoro e parmigiano. Una squadra decisamente vincente che conferisce a questo sugo un sapore davvero delizioso. Non a caso sono è uno dei sughi più ricercati da coloro che vengono dall’estero.

Sugo alla boscaiola

Un’altra ricetta di preparazione veloce e molto semplice: il sugo alla boscaiola. È più adatta durante l’autunno, quando i funghi sono in stagione. Il mix tra funghi e salsiccia crea un sapore rustico e davvero intenso, amato dalla maggior parte delle persone.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

diana gourmet alassio

Il Diana Gourmet di Alassio

Il Diana Gourmet è il ristorante gastronomico dell’albergo Diana Grand Hotel. La firma del menu è quella dello chef Ivano Ricchebono, 1 stella Michelin, il

Cibo e ansia – nemici e amici

Il cibo e l’ansia sono strettamene correlati e il loro rapporto, in base a come decidiamo di gestirlo, può giovare al nostro organismo e alla

tutte le sfumature del vin brûlé

Vin Brulè

Vin Brulè che cosa è, dove si assaggia, come si fa? In inverno durante quelle giornate fredde e ventose in cui l’unico desiderio è riscaldarsi con

gambero rosso la storia

Gambero Rosso, la guida e la storia

Gambero rosso, come nasce la guida? Gambero Rosso S.p.a. è una casa editrice specializzata in enogastronomia, fondata il 16 dicembre 1986 dal giornalista Stefano Bonilli, come supplemento

dettaglio cibo fritto

Ricette friggitrice ad aria

  La friggitrice ad aria, o airfryer, è un’alternativa più salutare alla classica friggitrice e permette di usare poco olio, ottenendo cotture al forno, grigliate,

Il cibo che fa bene alla pelle

Il cibo non è solo quello che crediamo. Un solo chicco di caffè può condizionare il nostro umore, favorire determinate patologie o – al contrario

le botti in cantina

Le fasi del metodo classico

Il metodo classico, detto anche metodo tradizionale o metodo champenoise, è un sistema di spumantizzazione caratterizzato dal principio della rifermentazione in bottiglia. È un procedimento

Aglio – il miglior amico della memoria

L’aglio è un alimento immancabile nella cucina di ogni italiano, utilizzato in praticamente ogni ricetta, è il miglior amico dell’organismo per tantissimi fattori. Una delle

distese di vino chianti

Vino Chianti, zona di produzione

Vino Chianti, zona di produzione e storia L’origine del nome Chianti non è certa. Secondo alcune versioni potrebbe derivare dal termine latino clangor, ovvero rumore,