fbpx

I friarielli: l’oro verde campano

I friarielli sono forse l’emblema della tradizione culinaria campana subito dopo la mozzarella. Definiti come l’oro verde campano, chiunque, almeno noi campani, lo abbiamo assaggiato una volta nella nostra vita.

C’è chi ne è pazzo e ne fa un culto, chi non lo apprezza perché ha note abbastanza amarognole, ma nonostante ciò il friariello merita di essere considerato una prelibatezza tipica regionale.

 

Friariello: cos’è

I friarielli altro non sono che infiorescenze poco sviluppate della cima di rapa; sono conosciuti a Roma come broccoletti, in Calabria vengono chiamati broccoli di rapa, in Toscana sono conosciuti come rapini.

Ma bisogna dire che negli ultimi anni i friarielli hanno riscosso un grande successo anche nel resto della penisola e al di fuori, quindi un po’ ovunque, almeno in Italia, se si parla di friarielli il bisogno di specificare non c’è.

I friarielli sono una verdura invernale, seminata quindi in periodi estivi, è capace di reggere temperature abbastanza fredde, anche se è molto sensibile alle intemperie, come le gelate ad esempio. Il periodo in cui è preferibile acquistarli per portarli sulle nostre tavole va dall’inizio dell’autunno all’inizio della primavera, quando le sue foglie sono ancora belle giovani e quindi molto saporite.

 

Friarielli e broccoli non sono la stessa cosa

Bisogna fare attenzione, perché molti fanno questo errore: broccoli e friarielli non sono la stessa cosa e la differenza è anche abbastanza chiara.

La prima è sicuramente la pianta di provenienza: il friariello fa parte della pianta di Brassica rapa, mentre il broccolo fa parte di quella Brassica oleracea.

In secondo luogo, anche il sapore aiuta a capire che si tratta di piante diverse: il friariello è molto più amarognolo rispetto al broccolo.

 

Fanno molto bene

I friarielli sono tra le verdure più complete a livello di nutrienti: sono ricchi di sali minerali, come il ferro, ma soprattutto sono fonte di potassio e calcio; infatti i friarielli contengono una percentuale di calcio da far invidia anche ai latticini, sono quindi ottimi per il benessere delle ossa e per prevenire malattie come l’osteoporosi. Per quanto riguarda il potassio, gli alti quantitativi di questo micronutriente lo rende eccellente per le diete dimagranti e per chi fa molto sport. Inoltre, i friarielli contengono una grossa quantità di acqua e hanno un basso apporto calorico, si contano solo 22 calorie per 100 grammi di prodotto, e ciò fa di loro un alimento salutare e dal potere saziante.

 

Come preparare i friarielli

Preparare i friarielli è molto semplice: bisogna lavarli sotto acqua corrente fredda ed eliminare le parti più dure della pianta, quali gambi o foglie.

Dopodiché le strade sono due:

  • Per poter assumere tutti i benefici prima elencati, l’ideale sarebbe sbollentarli o cuocerli al vapore; non cuoceteli troppo perché potrebbe comprometterne il sapore ma anche le qualità nutritive; infine si potrebbe condire con giusto un filo d’olio a crudo e un po’ d’aglio.
  • La versione per nulla light, ma quella più amata da tutti, i friarielli fritti, che vengono prima sbollentati un po’ in acqua bollente dopo averli puliti, e dopo averli scolati, saltarli in pentola con non poco olio aglio e anche una punta di peperoncino.
  • I friarielli sono un ottimo contorno a qualsiasi portata, specialmente vicino ai secondi di carne; ma la tradizione napoletana vuole che si mangino esclusivamente con la salsiccia!

 

>>> Street food: un’alternativa veloce e gustosa

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

Guida Michelin

Michelin:la guida

 Michelin la storia della guida E’ stupefacente sapere che la guida Michelin nasce dalla vendita di pneumatici dall’azienda francese la cui mission è la produzione

Bevande estive: la cedrata

L’estate è quasi alle porte e ciò significa ritrovarsi più spesso in compagnia e aver voglia di rinfrescarsi; e quale bevanda migliore se non la

vino-cotto-

Vino Cotto

Il vino cotto, tradizione e storia di una ricetta   Mai sentito parlare del vino cotto? Si tratta di un prodotto della tradizione contadina tipico

Cibi del mondo: il sushi

Il sushi è uno dei piatti principali e caratteristici della cucina giapponese; apprezzato da molti e soggetto di interesse per altre popolazioni, il sushi si

storia del pan di spagna

Il Pan di Spagna storia

Il pan di Spagna, storia e ricetta   È una delle otto preparazioni base della pasticceria: parliamo del pan di spagna. Una base soffice e

Salse dal mondo: la senape

La senape è una salsa che spesso accompagna piatti di carne cotta o cruda, ma anche contorni come patate o verdure bollite e raffreddate; può

farfalle con ragu di carne

Ragù tutti i pezzi

Ragù i pezzi di carne utilizzati e la sua storia Immancabile piatto unico della domenica, con il sugo che condimento della pasta e la carne

torta di compleanno fatta in casa

Torte di compleanno fatte in casa

Torta di compleanno fatta in casa: idee Tanti trucchi e idee diverse per la preparazione di una torta di compleanno fatta in casa.  Festeggiare il

La frutta secca

La frutta secca è uno dei cibi più apprezzati, specialmente durante le feste al seguito dei lunghi pranzi e cene che riempiono tavole intere; ma

minipimer frullati

Minipimer a cosa serve

Minipimer cos’è e cosa serve Il minipimer è uno strumento molto usato in cucina per vari scopi e semplicissimo da utilizzare. Si tratta di un

La caramellizzazione

La caramellizzazione è un esempio importante di come il calore sia fondamentale in ambito culinario: per cuocere la carne, riscaldare cibo, preparare la pasta; ma

il-pesce-spada

Il pesce spada

Il pesce spada dove si pesca, come si cucina e quando  Il pesce spada è un pesce di mare di grossa taglia dalla carne rosata.

fermentino

Vermentino, tipologia di vino

Vermentino, storia e zona di produzione Il Vermentino è un vitigno che negli ultimi anni ha visto una progressiva espansione della sua coltivazione in Italia

Hummus e porridge

L’hummus e il porridge sono pietanze già conosciute e cucinate da tempo, ma hanno avuto un boom particolare specialmente negli ultimi due anni. Si tratta

uova-proprietà

Le uova come cucinarle!

Uova che passione tipologie diverse tempi di cottura Le uova sono un alimento base o ingrediente in numerose pietanze preparate in tutto il mondo. Senza

slow-food-marchio

Slow Food, la storia

Storia dello Slow Food  Cos’è Slow Food?  Slow Food è un movimento internazionale che promuove il giusto valore del cibo, associato alle tradizioni e al

logo cingue gusti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

* indicates required

Autorizzo Micropedia ad inviarmi newsletter che riguardano il food magazine ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Puoi cancellarti in qualunque momento cliccando il link nel footer delle tue email che riceverai alla casella di posta indicata sul form. Per informazioni sulla nostra privacy policy visita cinquegusti.com

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.