apple store

I friarielli: l’oro verde campano

I friarielli sono forse l’emblema della tradizione culinaria campana subito dopo la mozzarella. Definiti come l’oro verde campano, chiunque, almeno noi campani, lo abbiamo assaggiato una volta nella nostra vita.

C’è chi ne è pazzo e ne fa un culto, chi non lo apprezza perché ha note abbastanza amarognole, ma nonostante ciò il friariello merita di essere considerato una prelibatezza tipica regionale.

 

Friariello: cos’è

I friarielli altro non sono che infiorescenze poco sviluppate della cima di rapa; sono conosciuti a Roma come broccoletti, in Calabria vengono chiamati broccoli di rapa, in Toscana sono conosciuti come rapini.

Ma bisogna dire che negli ultimi anni i friarielli hanno riscosso un grande successo anche nel resto della penisola e al di fuori, quindi un po’ ovunque, almeno in Italia, se si parla di friarielli il bisogno di specificare non c’è.

I friarielli sono una verdura invernale, seminata quindi in periodi estivi, è capace di reggere temperature abbastanza fredde, anche se è molto sensibile alle intemperie, come le gelate ad esempio. Il periodo in cui è preferibile acquistarli per portarli sulle nostre tavole va dall’inizio dell’autunno all’inizio della primavera, quando le sue foglie sono ancora belle giovani e quindi molto saporite.

 

Friarielli e broccoli non sono la stessa cosa

Bisogna fare attenzione, perché molti fanno questo errore: broccoli e friarielli non sono la stessa cosa e la differenza è anche abbastanza chiara.

La prima è sicuramente la pianta di provenienza: il friariello fa parte della pianta di Brassica rapa, mentre il broccolo fa parte di quella Brassica oleracea.

In secondo luogo, anche il sapore aiuta a capire che si tratta di piante diverse: il friariello è molto più amarognolo rispetto al broccolo.

 

Fanno molto bene

I friarielli sono tra le verdure più complete a livello di nutrienti: sono ricchi di sali minerali, come il ferro, ma soprattutto sono fonte di potassio e calcio; infatti i friarielli contengono una percentuale di calcio da far invidia anche ai latticini, sono quindi ottimi per il benessere delle ossa e per prevenire malattie come l’osteoporosi. Per quanto riguarda il potassio, gli alti quantitativi di questo micronutriente lo rende eccellente per le diete dimagranti e per chi fa molto sport. Inoltre, i friarielli contengono una grossa quantità di acqua e hanno un basso apporto calorico, si contano solo 22 calorie per 100 grammi di prodotto, e ciò fa di loro un alimento salutare e dal potere saziante.

 

Come preparare i friarielli

Preparare i friarielli è molto semplice: bisogna lavarli sotto acqua corrente fredda ed eliminare le parti più dure della pianta, quali gambi o foglie.

Dopodiché le strade sono due:

  • Per poter assumere tutti i benefici prima elencati, l’ideale sarebbe sbollentarli o cuocerli al vapore; non cuoceteli troppo perché potrebbe comprometterne il sapore ma anche le qualità nutritive; infine si potrebbe condire con giusto un filo d’olio a crudo e un po’ d’aglio.
  • La versione per nulla light, ma quella più amata da tutti, i friarielli fritti, che vengono prima sbollentati un po’ in acqua bollente dopo averli puliti, e dopo averli scolati, saltarli in pentola con non poco olio aglio e anche una punta di peperoncino.
  • I friarielli sono un ottimo contorno a qualsiasi portata, specialmente vicino ai secondi di carne; ma la tradizione napoletana vuole che si mangino esclusivamente con la salsiccia!

 

>>> Street food: un’alternativa veloce e gustosa

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

lenticchie carne dei poveri cinque gusti

Le lenticchie: la carne dei poveri

Le lenticchie sono tra i legumi più antichi e, in età medioevale, definite la carne dei poveri proprio perché consumate in abbondanza insieme ai fagioli

ricette con castagne cinque gusti

Ricette con le castagne

Autunno, foglie che cadono, primi freddi a cosa vi fanno pensare? Non si può fare a meno di trasportare i nostri pensieri verso le castagne:

la stufatura cinque gusti

La stufatura

Quando parliamo di stufatura parliamo di un metodo di cottura in umido dove gli alimenti vengono cotti lentamente a fuoco molto basso. Grassi e liquidi

festa del cuoco 2021 soverato catanzaro calabria fic

Festa del cuoco 2021

Il 12 e il 13 ottobre 2021 si terrà a Soverato e a Catanzaro in Calabria la tradizionale festa del cuoco 2021. L’evento è stato