Zucca: tutti i modi per cucinarla

come cucinare la zucca cinque gusti

L’autunno ha ormai fatto il suo ingresso e non possiamo fare a meno di accoglierlo con uno degli ortaggi più emblematici della stazione: la zucca.

Molto spesso sottovalutata, la zucca è in realtà un ortaggio molto camaleontico e assai gustoso da proporre in cucina con tantissime varianti differenti e interessanti.

Proprio negli scorsi giorni per un errore nello scongelamento di un pezzo di zucca che avevo in freezer ho scoperto un modo molto gustoso di cucinarla, mai provato prima.  A breve ve ne parlerò.

Insomma, questo vi basti per capire che esistono davvero tantissimi modi per cucinare la zucca e tutti estremamente gustosi e per nulla banali. Vediamo alcuni dei migliori insieme.

 

Vellutata di zucca

Ottima per i periodi più freddi ma gustosa anche in quelli più caldi consumata a temperatura ambiente. La sua realizzazione è davvero facile e veloce e per farla venire davvero cremosa è vellutata sarà necessario aggiungere delle patate e del burro (a piacere poi condire anche con sale, erbe aromatiche, olio d’oliva, scalogno e porro).

Zucca arrostita

Questo è uno dei miei modi preferiti per cucinare la zucca! Con l’aggiunta di aceto di mele o aceto balsamico è una vera goduria per il palato. Si tratta forse del metodo più veloce di tutti per cucinare la zucca e soprattutto di quello evergreen in ogni stagione perché freschissimo nei mesi più caldi e ottimo anche in quelli più freddi.

Proprio qualche giorno fa, scongelando la zucca volevo farne dei pezzi arrosto ma purtroppo avevo dimenticato una cosa importantissima: la zucca scongelata si impregna d’acqua e rende impossibile arrostirne le fette. Oramai, però, la mia testa dura aveva detto che qualcosa con quella zucca andava fatto e allora mi sono comportata esattamente come mi comporto ogni volta che non riesco a girare la frittata di uova nella padella: ne faccio uova strapazzate. Perché non si butta mai niente.

Così ho aggiunto olio d’oliva e uno spicchio d’aglio e ho incominciato a stracciare la zucca rendendola a dei veri e propri straccetti. Infine, mentre il tutto rosolava a fiamma media, ho aggiunto anche del peperoncino in polvere per renderla piccantina.

Il risultato dell’esperimento ha superato le aspettative e ho potuto gratificarmi con una pacca sulla spalla e delle ottime bruschette di pane con straccetti di zucca rosolati in padella.

Pasta e zucca

Quando lo vedevo cucinare a mia madre lo credevo molto più difficile di quel che è in realtà. Ma l’ho capito solo quando sono andata a vivere da sola e ho cominciato a cucinarlo con le mie mani.

Preparare la zucca da accompagnare con la pasta è davvero facile e la versione che vi propongo è un po’ più light di quella tradizionale napoletana.

Si tagliano a tocchetti i pezzi di zucca e si bollono nell’acqua salata con dell’olio e uno spicchio d’aglio.

Lasciare in cottura per una ventina di minuti almeno e, se l’acqua dovesse risultare troppa, scolarne una parte per rendere la consistenza più densa. Cercate di non “ammollare” la zucca troppo nell’acqua altrimenti si rischia di renderla “spappa”.

Io concludo il tutto con un tocco di sapore: aggiungo una buccia di formaggio grana verso la fine della cottura così i grassi si scioglieranno all’interno rendendo leggermente più sapido e gustoso il tutto.

Da leccarsi i baffi!

Oggi le mie proposte sono state tutte per dei piatti salati, ma la verità è che la zucca è ottima anche dolce. Ad esempio, infornando delle ottime torte di zucca e amaretti o anche delle gustose crostate.

Mica esagero quando affermo che si tratta di un ortaggio evergreen? Sta bene proprio su tutto.

Buona in tutti i sensi

Non solo buona di sapore, la zucca è un’alleata anche per il nostro organismo. Tra i suoi principali benefici abbiamo:

  • Apporto calorico bassissimo: parliamo di circa 20 calorie per 100 g di zucca
  • Fonte viva di vitamina A grazie all’alto contenuto di betacarotene
  • Protegge l’organismo dall’invecchiamento cellulare
  • Si tratta di un ortaggio ipolipidico ad alto contenuto di sali minerali e fibre (soprattutto potassio)
  • Ogni porzione di zucca corrisponde a circa 1 bicchiere d’acqua, ciò vi può far ben immaginare quanto ne sia ricca al suo interno
  • Ricca di carotenoidi che proteggono l’organismo dalla luce in eccesso

>>> Sorrento: dove mangiare bene?

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo

Altre notizie dal mondo del food and beverage

Mandarino Miyagwa cinque gusti

Mandarino Miyagwa

Il Mandarino Satsuma Miyagwa è un frutto originario del Giappone importato in Italia già alla fine dell’800. Si tratta di un agrume che possiamo considerare

bottarga di muggine sarda

Bottarga di muggine sarda

Cos’è la bottarga di muggine sarda La bottarga di muggine sarda è un ingrediente utilizzato per la preparazione di molti piatti, una eccellenza della Sardegna

Come produrre aceto balsamico

Come produrre aceto balsamico

L’aceto balsamico Prima di capire come produrre aceto balsamico, vediamo prima di cosa stiamo parlando. L’aceto balsamico è un condimento molto particolare ed estremamente versatile

Pitahaya frutto de drago

Pitahaya – il frutto del drago

La pitahaya è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Cactacee. Più comunemente noto come Dragon Fruit e conosciuto per la scorza rossa

zibibbo di pizzo calabro cinque gusti

Lo Zibibbo di Pizzo Calabro

Che cos’è lo Zibibbo di Pizzo Calabro? Si tratta precisamente di un vino tipico del territorio, ricavato da un’uva antica e molto pregiata che nasce

Salsa Teriyaki cinque gusti

I segreti della salsa teriyaki

Che cos’è la salsa teriyaki La teriyaki è una salsa tradizionale della cucina giapponese che si utilizza per cucinare e condire piatti di diverso tipo,

la biga pizzeria come prepararla trucchi e segreti

Come preparare la biga

La Biga pizzeria contemporanea Oggi parliamo di un argomento molto interessante che suscita in molti Pizzaioli e Panificatori dubbi e discordie, ma suscita anche tanti