Come evitare di bruciare gli alimenti durante la cottura

come-evitare-di-bruciare-gli-alimenti-durante-la-cottura-cinque-gusti

A chi non è successo almeno una volta di bruciare gli alimenti durante la cottura?

È un grande classico: metti qualcosa a cuocere sul fuoco o in forno, intanto ti allontani a fare qualcos’altro, il tempo passa senza che tu te ne renda conto e ritorni alla realtà solo quando cominci a sentire una forte puzza di bruciato.

Ecco cosa ti eri dimenticato/a! La pentola sul fuoco…

Capita ed è capitato a tutti, inutile negarlo. Ma esiste effettivamente un modo per evitare di bruciare gli alimenti durante la cottura (oltre a impostare un timer che ci ricordi che è ora di spegnere i fornelli).

Perché non è solo la distrazione il problema.

A chi non è capitato di friggere delle impanature che, inizialmente escono dorate e man mano che si va avanti nella frittura di altri pezzi si anneriscono?

Oppure quando una torta è in forno e sembra ancora abbia molto tempo da cuocere e invece in meno di 10 minuti si fa una crosta nera sulla superficie che rovina il risultato finale?

 

Come evitare di bruciare la frittura

La prima regola del fritto perfetto è utilizzare abbondante olio. Gli aliemnti devono essere completamente immersi nel liquido altrimenti il residuo acquoso evapora troppo velocemente alterando il risultato finale.

C’è poi da considerare il punto di fumo, ovvero la temperatura a cui un grasso alimentare riscaldato comincia a rilasciare sostanze volatili che diventano visibili sotto forma di fumo tendente all’azzurrino.

>>> Quante volte riutilizzare l’olio per friggere?

Se supera una determinata temperatura, l’olio brucia e diventa tossico. In questi casi è necessario buttarlo e ricominciare da capo.

Uno degli oli migliori per frittura è quello di semi di arachide perché è in grado di mantenere i fritti croccanti e asciutti rendendoli digeribili. Inoltre, si tratta di un olio in grado di mantenere le alte temperature senza alterare il sapore dei cibi.

Se friggete in padella prediligete quelle dai bordi alti in ferro o acciaio che permettono di scaldare l’olio gradualmente mantenendo il calore costante.

Per non abbassare la temperatura dell’olio è importante cuocere poco cibo alla volta. Richiederà più tempo ma la resa sarà decisamente migliore.

 

Come evitare di bruciare gli alimenti al forno

Un buon modo per cominciare è preriscaldando il forno, soprattutto per i cibi lievitati perché il calore permetterà loro di avere “la spinta” finale per gonfiarsi al meglio. Questo innescherà sin da subito una cottura graduale, senza sbalzi di temperature.

Altra cosa importante è essere attenti a cambiare le impostazioni del forno durante la cottura. Non va bene cuocere una torta sopra e sotto dall’inizio alla fine alla stessa temperatura e con ventola accesa.

Bisogna anche alternare la cottura solo sopra con quella solo sotto affinché le parti esterne non si brucino e si cuociano adeguatamente.

Anche la questione del forno ventilato va tenuta d’occhio: cuocere fino alla fine con la ventola ad alte temperature potrebbe far bruciare più facilmente alcuni alimenti.

Ecco perché, in base al preciso momento di cottura in cui si trova la pietanza, andrebbero sempre modificate le impostazioni di cottura del forno.

Un altro consiglio, oltre a quello di ricordare di impostare sempre un timer per evitare di dimenticare il cibo all’interno, è di pulire spesso il forno.

Anche i residui incrostati nel forno possono alterare la resa finale del piatto, soprattutto i suoi sapori.

 

 

Come evitare di bruciare gli alimenti alla griglia

Si tratta di una cottura “asciutta” ad alte temperature, un po’ come quella alla piastra o in padella. Con questa tecnica la formazione di sostanze cancerogene è molto più facile, bisogna quindi stare più attenti.

Durante la grigliatura i grassi alimentari tendono a gocciolare e bruciare sulla griglia, generando del fumo ricco di idrocarburi policiclici aromatici (o PHAs), altri composti dannosi che, propagandosi attraverso il fumo, si depositano sugli alimenti.

Per evitare problemi, che ricadano anche sulla salute, è bene prediligere carne magra e togliere tutti i punti grassi che potrebbero colare sulla brace.

Un altro ottimo suggerimento è quello di procedere a una pre-cottura degli alimenti facendoli marinare in spezie e salse che ridurranno notevolmente la comparsa delle sostanze dannose o delle bruciature.

Non serve inoltre che sottolinei quanto bisogna essere accurati nella cura della griglia, che, esattamente come il forno, potrebbe compromettere la riuscita degli alimenti a causa di fastidiosi residui.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo

Altre notizie dal mondo del food and beverage

Mandarino Miyagwa cinque gusti

Mandarino Miyagwa

Il Mandarino Satsuma Miyagwa è un frutto originario del Giappone importato in Italia già alla fine dell’800. Si tratta di un agrume che possiamo considerare

bottarga di muggine sarda

Bottarga di muggine sarda

Cos’è la bottarga di muggine sarda La bottarga di muggine sarda è un ingrediente utilizzato per la preparazione di molti piatti, una eccellenza della Sardegna

Come produrre aceto balsamico

Come produrre aceto balsamico

L’aceto balsamico Prima di capire come produrre aceto balsamico, vediamo prima di cosa stiamo parlando. L’aceto balsamico è un condimento molto particolare ed estremamente versatile

Pitahaya frutto de drago

Pitahaya – il frutto del drago

La pitahaya è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Cactacee. Più comunemente noto come Dragon Fruit e conosciuto per la scorza rossa

zibibbo di pizzo calabro cinque gusti

Lo Zibibbo di Pizzo Calabro

Che cos’è lo Zibibbo di Pizzo Calabro? Si tratta precisamente di un vino tipico del territorio, ricavato da un’uva antica e molto pregiata che nasce

Salsa Teriyaki cinque gusti

I segreti della salsa teriyaki

Che cos’è la salsa teriyaki La teriyaki è una salsa tradizionale della cucina giapponese che si utilizza per cucinare e condire piatti di diverso tipo,

la biga pizzeria come prepararla trucchi e segreti

Come preparare la biga

La Biga pizzeria contemporanea Oggi parliamo di un argomento molto interessante che suscita in molti Pizzaioli e Panificatori dubbi e discordie, ma suscita anche tanti