apple store

Una chiacchierata “Vera” con Vera Timochenko

vera timoshenko

Oggi abbiamo avuto il piacere di conoscere una Vera artista. Un viaggio virtuale attraverso i suoi racconti, la sua storia, le sue esperienze.

Una chiacchierata per farvi conoscere un’appassionata e poi una professionista della pasticceria e una cake designer.

Un racconto di umiltà, una storia nella storia, un insegnamento per le giovani leve per come partire dal nulla e raggiungere risultati fantastici.

Ma veniamo a noi come nasce l’idea di intervistare la Timochenko?

Tra una telefonata intercorsa con Andrea Montanari (CMDI) chiedo di iniziare la mia rubrica e così mi gira il numero della Vera.

Fissiamo un appuntamento a distanza: allacciate le cinture che si parte….

Buon pomeriggio Vera dal suo cognome deduco che sia di origini sovietiche?

Salve buon pomeriggio si sono russa ma vivo in Italia da tantissimi anni sono arrivata qui una vita fa.

Come mai si è trasferita una scelta di vita professionale o di cuore?

In realtà’ mi sono trasferita per amore in Russia facevo altro poi mi sono innamorata ed ho deciso di seguire il cuore

Come e dove nasce la sua passione per la cucina e per la pasticceria?

La mia passione nasce sin da piccola, ricordo che preparavo dolci già all’età di dieci anni, con gli ingredienti che avevo a disposizione ed erano molto apprezzati dai miei.

Nei dolci che lei oggi prepara porta il ricordo di quei sapori o utilizza qualche ingrediente del suo paese d’origine per caratterizzarli?

Assolutamente no, i dolci di oggi sono frutto di uno studio e di una ricerca, oggi utilizzo materie prime italiane anche se rimane vivo il ricordo ed i profumi del mio paese.

Come ha approfondito lo studio e la ricerca per essere diventata Vera Timochenko?

Ho studiato tanto, molti libri di pasticceria, corsi di formazione e tante ricerche. Ho seguito un corso di Pasticceria con la Federazione Italiana Pasticceri che mi ha dato veramente tanto.

Sono riuscita a trasformare la mia passione in arte. Come tutte le cose all’inizio è stata dura conciliare i miei impegni ma alla fine ho raggiunto il mio obiettivo. Nel 2020   ho avuto il riconoscimento dell’Eccellenza Italiana conferitomi dalla FIPGC (Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria e Cioccolateria)

Quali sono i suoi Maestri preferiti e quali libri di pasticceria consiglierebbe di leggere?

Sicuramente senza fare troppi giri di parole le dico Luca Montersino, lo reputo un vero maestro di pasticceria e adoro tutti i suoi libri. Sono scritti in maniera chiara e concisa  e le ricette sono semplici da eseguire ,ma non posso non citare Alain Ducasse la mia icona di perfezione, arte e professionalità

Quali consigli darebbe ai giovani che vorrebbero intraprendere questo percorso?

Di fare come ho fatto io. Ricercare studiare, provare. Oggi ci sono tanti canali per farlo la Pandemia forse ci ha insegnato che proprio attraverso internet si possono seguire tanti corsi sia di formazione che di aggiornamento. Ovviamente bisogna studiare e fare anche tanta pratica ,poi riprovare ..cambiare e personalizzare le ricette , sostituire gli ingredienti e ricercare sempre  la perfezione.

Oltre all’aspetto positivo dei corsi a distanza, com’è cambiato il mondo della ristorazione e in particolare quello della pasticceria in questo momento difficile per noi tutti?

Sicuramente è stato un anno terribile per tutti soprattutto per la ristorazione. I vari lockdown le chiusure forzate hanno causato e stanno provocando una crisi economica mondiale.

Ho sentito parlare di molte idee durante il periodo più’ difficile molti maestri pasticceri hanno fatto tante dirette sui loro canali e profili per dare ricette tradizionali e dolci facili da poter ripetere in casa , ed altri che consegnavano brioche pronte alla cottura da cuocere in casa.

Adesso speriamo di ricominciare a vivere

Quale è il suo dolce preferito e il suo ingrediente prediletto?

Diciamo che non ho un dolce preferito. Amo i dolci non troppo dolci nel senso che i dolci a mio avviso non devono essere troppo zuccherini .

Il mio ingrediente prediletto è il mirtillo ma in generale tutta la frutta anche quella tropicale, mi piace unire sempre una frutta alle mie preparazioni ovviamente sotto forma di salse, gelatine per inserti o altro. Mi piacciono i frutti che hanno una presenza di acidità.

Quale è la cosa più importante che ha fatto o che l’ha segnata di più?

Credo che l’anno più bello a livello professionale sia  stato il 2015 ho partecipato ai Campionati Mondiali di Pasticceria e nello stesso anno ho collaborato alla preparazione della torta più grande al mondo battendo il “Guinness World Record” con l’Associazione Nazionale Cake Designers  anche grazie al mio piccolo contributo l’Italia ha battuto il record mondiale detenuto dagli inglesi di 120 mq, realizzando una torta scolpita a forma di Italia con una superficie complessiva di 229,45 metri quadrati, lunga 16,46 metri e larga 13,94 metri, alta fino a 54 centimetri e di oltre 3,5 tonnellate di peso.

Come ha introdotto alcuni ingredienti e tecniche “molecolari nella pasticceria?

La cucina molecolare per me non è solo scienza e fisica, ma anche arte e innovazione.

Mi piace molto l’idea di creare  qualcosa di diverso e per questo che ho approfondito.

Quando realizzo un dolce lo studio, lo disegno sulla carta e abbino gusto ed estetica con innovazione.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

lenticchie carne dei poveri cinque gusti

Le lenticchie: la carne dei poveri

Le lenticchie sono tra i legumi più antichi e, in età medioevale, definite la carne dei poveri proprio perché consumate in abbondanza insieme ai fagioli

ricette con castagne cinque gusti

Ricette con le castagne

Autunno, foglie che cadono, primi freddi a cosa vi fanno pensare? Non si può fare a meno di trasportare i nostri pensieri verso le castagne:

la stufatura cinque gusti

La stufatura

Quando parliamo di stufatura parliamo di un metodo di cottura in umido dove gli alimenti vengono cotti lentamente a fuoco molto basso. Grassi e liquidi

festa del cuoco 2021 soverato catanzaro calabria fic

Festa del cuoco 2021

Il 12 e il 13 ottobre 2021 si terrà a Soverato e a Catanzaro in Calabria la tradizionale festa del cuoco 2021. L’evento è stato