In casa senza forno: come cucinare ricette veloci

in casa senza forno come cucinare.ricette veloci cinque gusti

Capita spesso di trovarsi in casa senza forno e dover prendere una drammatica scelta: cucinare cibi fritti oppure rinunciare completamente ad alcuni piatti?

Bella domanda, grande dilemma.

E se vi dicessi che esistono dei modi ottimi di rimpiazzare il forno con la padella e cucinare cibi più e meno sani senza rinunciare a panature e senza dover essere costretti a fritture?

Proprio in questo periodo mi ritrovo in casa senza forno e capita, a volte, di sentire la mancanza di preparare torte o pizze. Insomma, i lievitati stanno al forno come le piante stanno ai vasi. Non so se mi spiego.

Poi, però, ho avuto una sorta di illuminazione e ho provato ad appagare la mia voglia di focaccia con una ricetta rivisitata con cottura in padella.

 

Come cucinare una focaccia senza cuocerla al forno

È possibile ed è anche piuttosto sano. Mi è capitato proprio qualche giorno fa di cucinare un ottimo impasto lievitato che ho poi cotto in padella.

La ricetta ve la consiglio vivamente: freschissima, leggera e soprattutto anticonvenzionale.

Sto parlando di una squisita focaccia in padella al profumo e al sapore di limoni freschi.

Ma partiamo dal principio, l’impasto è fatto nello stesso modo in cui andrebbe fatto un impasto tradizionale da forno: farina, lievito, acqua, olio, sale. Si lascia riposare e lievitare e successivamente si parte con il bello.

Le padelle devono diventare completamente antiaderenti ecco perché è il caso ungerle con un pennellino e dell’olio (senza esagerare altrimenti l’impasto finirà per friggere).

Il panetto lievitato va diviso in due: una parte ben stesa sul fondo della padella per essere la base della focaccia. L’altra parte sarà invece il cappello.

Passiamo alla farcitura: per fare la focaccia al profumo e sapore di limoni dovrete prendere dei limoni, sbucciarli e tagliarli a cubetti. Condirli con pepe nero (meglio pepe rosa se ne disponete), sale, olio e foglie di menta fresca. All’insalata di limoni aggiungete poi pezzetti di mozzarella e della ricotta. Il tutto andrà disposto sul primo piano di impasto (la base) per poi essere ben sigillato a mo’ di panzerotto pugliese con la seconda forma di impasto.

Il mio consiglio è di utilizzare il coperchio della padella per poter poi girare la focaccia dall’altro lato e far cuocere in maniera omogenea entrambi i lati.

L’importante è sigillarla bene e rendere antiaderenti le pareti della pentola così che siate sicuri che non si attacchi in alcun modo l’impasto rompendo la focaccia.

Il tutto sarà pronto quando l’impasto risulterà dorato e morbido. All’incirca 5-6 minuti per lato serviranno per cuocere in maniera uniforme il tutto.

 

Altri pratici suggerimenti per cuocere in padella

Davanti ad alimenti come sofficini, bastoncini e tutto ciò che è impanato, le persone credono di avere solo due scelte: cottura al forno o cottura in olio (frittura).

E se vi dicessi che non è affatto così?

Molti degli alimenti surgelati e impanati che consumiamo sono in realtà precotti prima di essere congelati nei supermercati. Ecco perché è possibile cuocerli in padella anche senza l’ausilio di olio che rendano i piatti fritture poco sane.

Adagiate in padella a fuoco basso i vostri alimenti impanati surgelati e state attenti di girarli più spesso del solito per evitare che si brucino (proprio perché è più facile che ciò accada non utilizzando né olio né acqua).

Noterete che mentre cuoceranno cacceranno un po’ di grasso, ciò significherà che, proprio come già detto, i cibi prima di essere congelati sono stati precotti e stanno scaricando l’olio della prima cottura. Perciò niente paura, saranno molto gustosi anche senza nessuna aggiunta.

 

Come cuocere le patatine in padella senza olio

Stregoneria? No, pura realtà. Anche le patatine sono spesso precotte prima di essere surgelate e ciò le rende facilmente cucinabili in padella anche senza olio.

Sarà molto più facile che si brucino, state attenti a girarle con regolarità. I tempi di cottura saranno più alti, simili a quelli di una cottura al forno ma posso garantirvi che saranno molto buone e più sane di quelle tradizionali.

Provare per credere 😊

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo

Altre notizie dal mondo del food and beverage

Mandarino Miyagwa cinque gusti

Mandarino Miyagwa

Il Mandarino Satsuma Miyagwa è un frutto originario del Giappone importato in Italia già alla fine dell’800. Si tratta di un agrume che possiamo considerare

bottarga di muggine sarda

Bottarga di muggine sarda

Cos’è la bottarga di muggine sarda La bottarga di muggine sarda è un ingrediente utilizzato per la preparazione di molti piatti, una eccellenza della Sardegna

Come produrre aceto balsamico

Come produrre aceto balsamico

L’aceto balsamico Prima di capire come produrre aceto balsamico, vediamo prima di cosa stiamo parlando. L’aceto balsamico è un condimento molto particolare ed estremamente versatile

Pitahaya frutto de drago

Pitahaya – il frutto del drago

La pitahaya è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Cactacee. Più comunemente noto come Dragon Fruit e conosciuto per la scorza rossa

zibibbo di pizzo calabro cinque gusti

Lo Zibibbo di Pizzo Calabro

Che cos’è lo Zibibbo di Pizzo Calabro? Si tratta precisamente di un vino tipico del territorio, ricavato da un’uva antica e molto pregiata che nasce

Salsa Teriyaki cinque gusti

I segreti della salsa teriyaki

Che cos’è la salsa teriyaki La teriyaki è una salsa tradizionale della cucina giapponese che si utilizza per cucinare e condire piatti di diverso tipo,

la biga pizzeria come prepararla trucchi e segreti

Come preparare la biga

La Biga pizzeria contemporanea Oggi parliamo di un argomento molto interessante che suscita in molti Pizzaioli e Panificatori dubbi e discordie, ma suscita anche tanti