fbpx

Friggitrice ad aria

friggitrice-ad-aria

Friggitrice ad aria, a cosa serve

La friggitrice ad aria è un elettrodomestico che ha tipicamente una forma ad ovetto, più o meno squadrato, con un cestello estraibile sul quale si posizionano le pietanze da cuocere. Utilizza il concetto di cottura ad aria ad alte temperature che arrivano fino a 200° permettendo una “frittura-non-frittura” molto salutare di cibi freschi. Bisogna abbandonare quindi l’idea di una frittura in cui le pietanze si immergono in abbondante olio (che sia di semi o di oliva) perché la quantità di olio usata nella friggitrice ad aria è di appena qualche cucchiaino. 

Come funziona una friggitrice ad aria

Il funzionamento della friggitrice ad aria calda è essenzialmente paragonabile ad un forno a convezione potenziato a libera installazione.

La parte superiore dell’unità contiene un meccanismo di riscaldamento e una ventola: l’aria calda scorre verso il basso, fino ad “abbracciare” il cibo collocato in un apposito cestello da frittura.

Nelle friggitrici ad aria, quindi, non è più l’olio a diventare un vettore di calore che consente la cottura dei cibi, ma è la stessa aria a svolgere questa funzione. Una delle tante differenze tra le due friggitrici, poi, è che nella friggitrice ad aria l’alimento è completamente circondato dal calore e, quindi, risulterà più croccante all’esterno e morbido all’interno. L’aria calda, poi, può raggiungere anche i 200 gradi e la friggitrice può consumare tra gli 800 e i 2mila watt.

La vera frittura in abbondante olio bollente è tanto buona quanto “pericolosa” soprattutto se ne si abusa oppure non si adottano le dovute attenzioni. Nella friggitrice ad aria l’olio non raggiunge mai il punto di fumo e, pertanto, non risulta tossico come potrebbe esserlo quello usato per la frittura.

I vantaggi del cucinare senza olio

Lo sappiamo tutti, mangiare fritto non è proprio la cosa più salutare del mondo. Andrebbe evitato e ridotto ad una tantum, per quanto i cibi fritti siano indiscutibilmente più buoni e gustosi.

Per non rinunciare alla croccantezza delle patatine o al gusto di altri alimenti, si può ricorrere a metodi di cottura alternativi, salutari e innovativi. Ed ecco che qui entrano in gioco le friggitrici ad aria senza olio. I cibi cotti presentano una quantità notevole di grassi in meno, restano comunque gustosi e si preparano in tempi ridotti rispetto alla cucina tradizionale.

Riduzione della quantità di grassi 

Gli alimenti fritti, di qualunque natura essi siano, sono ricchi di grassi. Utilizzando una friggitrice ad aria, la quantità di questi ultimi si riduce fino al 75%.

Le friggitrici ad aria infatti, richiedono molto meno olio rispetto al metodo di friggitura tradizionale, con lo stesso risultato ottenuto.

Inoltre, il grasso e l’olio assorbiti dagli alimenti, nella frittura tradizionale, sono dannosi per il nostro organismo.

Ridurre o eliminare l’olio, in tal senso, consente di portare un apporto minore di grassi vegetali che sono stati associati all’aumento di patologie cardiache.

Un aiuto concreto per perdere peso

I cibi fritti contengono una grande quantità di grassi e sono tra i primi responsabili dell’aumento di peso e della nascita di altri problemi di salute.

Se quindi vuoi dimagrire e rimetterti in forma, una delle prime cose che dovrai eliminare sono proprio i cibi fritti.

Acquistare ed utilizzare una friggitrice ad aria può essere la soluzione per ridurre i grassi, mangiare sano e allo stesso tempo non patire troppo la dieta.

Evitare la formazione di sostanze dannose durante la cottura

I cibi fritti, soprattutto quando lo sono troppo o male, possono causare la formazione di sostanze dannose e cancerogene per la nostra salute.

Quest’ultime infatti, si formano durante la frittura con olio ad alte temperature. Una delle più dannose è l’Acrilamide, collegata alla formazione dei tumori.

Come scegliere la friggitrice ad aria

In commercio esistono molti modelli con caratteristiche diverse, nella scelta, infatti, non dovremmo lasciarci condizionare solo dal prezzo. I parametri da osservare al momento della scelta della nostra prima friggitrice senza olio, sono:

Temperatura massima. Assicuratevi che il modello prescelto raggiunga una temperatura di 200 °C.

Capacità del cestello. Prestate attenzione al giusto dimensionamento! Chi vive da solo o in coppia, potrebbe accontentarsi di un cestello da un litro mentre chi è abituato a organizzare pranzi in famiglia dovrà necessariamente puntare a un modello più capiente.

Temperatura regolabile. Grazie alla possibilità di regolare la temperatura, con la pratica, potrete imparare a scegliere il grado di “croccantezza” da conferire a ogni pietanza.

Tempi di riscaldamento. Così come il forno, anche la camera della friggitrice va pre-riscaldata. Le friggitrici più potenti impiegano tempi di pre-riscaldamento di pochi minuti. Scegliete un modello che impiega 3 minuti per essere pronto all’uso.

Timer. Il timer non è un fattore decisivo, potete sfruttare il timer del forno o la sveglia del vostro cellulare. Tenete presente, però, che molti modelli dispongono di questa funzione, quindi se per voi è una priorità, consideratelo nella scelta.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

Guida Michelin

Michelin:la guida

 Michelin la storia della guida E’ stupefacente sapere che la guida Michelin nasce dalla vendita di pneumatici dall’azienda francese la cui mission è la produzione

Bevande estive: la cedrata

L’estate è quasi alle porte e ciò significa ritrovarsi più spesso in compagnia e aver voglia di rinfrescarsi; e quale bevanda migliore se non la

vino-cotto-

Vino Cotto

Il vino cotto, tradizione e storia di una ricetta   Mai sentito parlare del vino cotto? Si tratta di un prodotto della tradizione contadina tipico

Cibi del mondo: il sushi

Il sushi è uno dei piatti principali e caratteristici della cucina giapponese; apprezzato da molti e soggetto di interesse per altre popolazioni, il sushi si

storia del pan di spagna

Il Pan di Spagna storia

Il pan di Spagna, storia e ricetta   È una delle otto preparazioni base della pasticceria: parliamo del pan di spagna. Una base soffice e

Salse dal mondo: la senape

La senape è una salsa che spesso accompagna piatti di carne cotta o cruda, ma anche contorni come patate o verdure bollite e raffreddate; può

farfalle con ragu di carne

Ragù tutti i pezzi

Ragù i pezzi di carne utilizzati e la sua storia Immancabile piatto unico della domenica, con il sugo che condimento della pasta e la carne

torta di compleanno fatta in casa

Torte di compleanno fatte in casa

Torta di compleanno fatta in casa: idee Tanti trucchi e idee diverse per la preparazione di una torta di compleanno fatta in casa.  Festeggiare il

La frutta secca

La frutta secca è uno dei cibi più apprezzati, specialmente durante le feste al seguito dei lunghi pranzi e cene che riempiono tavole intere; ma

minipimer frullati

Minipimer a cosa serve

Minipimer cos’è e cosa serve Il minipimer è uno strumento molto usato in cucina per vari scopi e semplicissimo da utilizzare. Si tratta di un

La caramellizzazione

La caramellizzazione è un esempio importante di come il calore sia fondamentale in ambito culinario: per cuocere la carne, riscaldare cibo, preparare la pasta; ma

il-pesce-spada

Il pesce spada

Il pesce spada dove si pesca, come si cucina e quando  Il pesce spada è un pesce di mare di grossa taglia dalla carne rosata.

fermentino

Vermentino, tipologia di vino

Vermentino, storia e zona di produzione Il Vermentino è un vitigno che negli ultimi anni ha visto una progressiva espansione della sua coltivazione in Italia

Hummus e porridge

L’hummus e il porridge sono pietanze già conosciute e cucinate da tempo, ma hanno avuto un boom particolare specialmente negli ultimi due anni. Si tratta

uova-proprietà

Le uova come cucinarle!

Uova che passione tipologie diverse tempi di cottura Le uova sono un alimento base o ingrediente in numerose pietanze preparate in tutto il mondo. Senza

slow-food-marchio

Slow Food, la storia

Storia dello Slow Food  Cos’è Slow Food?  Slow Food è un movimento internazionale che promuove il giusto valore del cibo, associato alle tradizioni e al

logo cingue gusti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

* indicates required

Autorizzo Micropedia ad inviarmi newsletter che riguardano il food magazine ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Puoi cancellarti in qualunque momento cliccando il link nel footer delle tue email che riceverai alla casella di posta indicata sul form. Per informazioni sulla nostra privacy policy visita cinquegusti.com

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.