logo cinque gusti

Cucinare con le erbe aromatiche: guida pratica

erbe aromatiche in cucina cinque gusti food magazine

Le erbe aromatiche sono il compromesso sano e gustoso da aggiungere (o sostituire) al sale e all’olio per rendere i tuoi condimenti meno grassi e più salutari. Che siano fresche o essiccate, l’aggiunta di erbe aromatiche è un modo semplice per aumentare l’aroma e il sapore di qualsiasi piatto!

Le erbe sono le parti frondose delle piante che non hanno steli legnosi. La differenza dalle spezie è che esse provengono dalla corteccia, dai germogli, dai frutti, dalle radici, dai semi o dagli steli di varie piante o alberi.

Ecco alcune erbe aromatiche tra le migliori da usare in cucina:

Basilico

Il basilico è disponibile in molte varietà. Il basilico può essere utilizzato in molti piatti, compresi i sughi per la pasta e il pesto. È popolare nella cucina mediterranea. Pomodori e basilico stanno benissimo insieme come in questa insalata di pomodori e vinaigrette al basilico.

Foglie d’alloro

L’alloro conferisce un sapore “boscoso” a salse, stufati, verdure e carni alla griglia. Le foglie di alloro essiccate si trovano comunemente nei supermercati e sono meno costose di quelle fresche. Aggiungi le foglie di alloro all’inizio del processo di cottura per esaltarne il sapore e rimuovile prima di servire i piatti.

Aneto

L’aneto ha un sapore leggero e caratteristico che viene utilizzato in insalate, pesce, uova, verdure e piatti di carne. Aggiungi l’aneto a fine cottura perché perde sapore quando viene riscaldato. Invece, i semi di aneto hanno un sapore più forte delle foglie e dovrebbero essere usati all’inizio della cottura in modo che il calore possa esaltarne il sapore.

Citronella

La citronella ha un sapore e una fragranza di limone acido. Di solito è usato per aromatizzare tè e zuppe e si trova spesso nella cucina tailandese e vietnamita. Per utilizzare la citronella, taglia la parte superiore e inferiore, rimuovi gli strati esterni e la base bianca.

Maggiorana

La maggiorana è simile all’origano ma è più dolce. Si sposa bene con carni come maiale, agnello e vitello. Il suo sapore è migliore se aggiunto verso la fine del processo di cottura.

Origano

L’origano è anche chiamato maggiorana selvatica per via del suo sapore e aroma più forte e pungente. L’origano secco è un buon sostituto di quello fresco e si sposa bene nei piatti a base di pomodoro. Funziona bene anche con i sapori della maggior parte delle verdure.

Prezzemolo

Il prezzemolo è un’erba leggermente pepata e dal sapore fresco usata per condire molti piatti diversi ed è spesso usata come guarnizione. Cerca la foglia piatta o il prezzemolo italiano, che fornisce più sapore del prezzemolo riccio. Il prezzemolo secco non ha lo stesso sapore intenso, quindi usalo fresco quando possibile. Il prezzemolo può anche essere un ingrediente chiave nelle insalate come in questa insalata di pollo al bulgur.

Rosmarino

Il rosmarino ha un sapore forte che sa di limone e pino. Le foglie di rosmarino sono spesso utilizzate con carni, salse di pomodoro, patate, zuppe, verdure, pesce e condimenti. Sia fresche che essiccate forniscono un sapore e un aroma forte.

Salvia

La salvia è un’erba forte che è leggermente amara e ha un sapore simile alla menta. Viene spesso utilizzata nella cucina mediterranea. Spesso è combinata con altre erbe aromatiche e usata per insaporire carne di maiale, manzo, ripieno di pollame e salsiccia.

Timo

Il timo è usato per insaporire zuppe, stufati, salse, verdure, carne, pollame e piatti di pesce ed è spesso combinato con altre erbe aromatiche come rosmarino, prezzemolo e origano. È spesso usato nella cucina francese. Per il suo sapore intenso è meglio utilizzarne piccole quantità.

 

Come acquistare correttamente le erbe aromatiche fresche

Cerca erbe dai colori vividi, che non abbiano foglie gialle o marroni che ne possano far desumere uno stato di decomposizione. Conserva le tue erbe aromatiche con i gambi rivolti verso il basso in un bicchiere d’acqua alto e coprili senza stringere troppo con un sacchetto di plastica. Mettili in frigorifero per non più di 6 giorni. Le erbe aromatiche più legnose, come il rosmarino e il timo, devono essere avvolte in un tovagliolo di carta umido in un sacchetto di plastica e conservate in frigorifero.

Le erbe essiccate si conservano al meglio in contenitori ermetici in un luogo fresco e buio per un massimo di sei mesi. Sostituisci regolarmente le vecchie erbe aromatiche per ottenere il massimo del sapore.

come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef