logo cinque gusti

Direttore Marco Ilardi

Mondiali di calcio 2022: il Quatar si prepara ad accogliere tutti i gusti dei tifosi

mondiali di calcio in quatar food magazine

Il Qatar, paese che ospita i Mondiali di Calcio 2022, ha una delle economie in più rapida crescita nel Golfo e molte delle sue imprese più innovative hanno sede nel Business District. E con circa 1,5 milioni di tifosi di calcio che scenderanno in Qatar questo mese per la Coppa del Mondo, ci sono molte aziende esperte desiderose di mostrare ai visitatori stranieri ciò che il paese ha da offrire.

Esperienza culinaria per tutta la famiglia

Quante volte ci siamo trovati tutti in una food court di un centro commerciale, cercando di scegliere un posto dove mangiare? Bene, ora c’è un’app per quello! La Tornado Tower di West Bay ospita una Virtual Food Hall dove puoi sfogliare i menu di più ristoranti e pagare in un’unica transazione.

Si chiama AND Experience e non è il solito posto per il pranzo: è più simile a dieci ristoranti in uno.

Pensa a una food court: la mamma vuole la pizza, il papà vuole un’insalata e i bambini vogliono la pasta. La differenza è che tutti i marchi qui in AND Experience sono di proprietà di Ali Nasser Al-Saadi.

L’avventura è iniziata nel 2015 con i mini pancake nella zona di The Pearl, un quartiere residenziale adatto alle famiglie costruito su isole artificiali, a nord di Doha: ci è voluto circa un mese prima che la voce si diffondesse, ma quando è successo, non è passato molto tempo prima che preparasse 2.000 mini pancake ogni 10 minuti.

Quel successo lo ha portato ad aprire AND cafè. Poi è arrivata la pandemia. Bloccato in un contratto di locazione di cinque anni, Al-Saadi aveva bisogno di un piano. Fu allora che gli venne l’idea di trasformare la sua caffetteria in una cucina centrale. AND Café si è letteralmente trasformato in una nuova esperienza culinaria: “AND Experience”.

Un impero commerciale vegano

Come si costruisce un impero commerciale vegano? C’è un uomo in Qatar che lo sa meglio di altri: Ghanim al Sulaiti. Il giovane fondatore di Enbat Holdings ha creato sette aziende vegane di successo, dai ristoranti alla cura della pelle.

“Non provenivo da un background di aziende”, dice. “Ho dovuto imparare tutto dall’inizio. Ho dovuto immergermi nel processo. Quindi l’inizio è stato molto eccitante. Stavamo cercando di creare uno spazio che potesse ispirare le persone, che potesse rivoluzionare il modo in cui le persone mangiano in Qatar, perché sentivamo che le persone in Qatar non erano consapevoli delle nostre abitudini alimentari e di come il cibo influisca effettivamente sulla nostra salute. Sei anni dopo, non è più una piccola impresa. Voglio dire, stiamo parlando di 13 cibi e bevande location. Parliamo di due centri termali pienamente operativi. Parliamo di 250 dipendenti e membri del nostro team. Dico sempre alla gente che Doha sta diventando la città più vegana del mondo. Sto confrontando a New York e Los Angeles e Londra e Parigi,

Ghanim crede che il veganismo sia più di una semplice dieta. “Il veganismo è una specie di stile di vita ed è per questo che lo chiamo movimento perché non si limita al cibo”, dice. “Va oltre. Va alle fattorie. Va al modo in cui trattiamo gli animali, al modo in cui ci vestiamo ogni giorno. Quindi penso che essere vegani significhi essere la versione migliore di te stesso in questo momento con l’attuale situazione globale”.

Prepararsi per l’eredità della Coppa del Mondo

Con circa 1,5 milioni di tifosi di calcio che scenderanno in Qatar tra novembre e dicembre per la Coppa del Mondo dei mondiali di calcio 2022, ci sono molte opportunità per le aziende esperte di capitalizzare i visitatori stranieri desiderosi di sperimentare ciò che il paese ha da offrire.

Già nel 2015, il Comitato supremo per la consegna e l’eredità , l’organizzazione responsabile della pianificazione del Qatar 2022, ha lanciato un invito aperto alle aziende per sviluppare progetti che potrebbero eventualmente svolgere la loro parte nella Coppa del Mondo FIFA. Quell’iniziativa si chiamava Sfida 22.

“Volevamo ispirare le persone che utilizzano la Coppa del Mondo FIFA e fare in modo che i loro prodotti e servizi facessero parte del viaggio generale e del torneo stesso”, afferma Ahsan Mansoor, Direttore del coinvolgimento dei fan e Ambasciatori del Comitato Supremo. “Ci auguriamo che, oltre a ciò, le persone continueranno anche a guardare ai mega eventi come fonte di ispirazione per l’innovazione”.

Un mercato esperienziale

Un altro progetto di Challenge 22 che prevede di soddisfare i visitatori in modo diverso è l’app turistica ViaVii. Originariamente creato in Giordania, offre ai visitatori uno sportello unico per accedere a diversi punti salienti.

“È una piattaforma di mercato esperienziale in cui i curatori possono elencare le loro esperienze online”, afferma Faiha Sahirah, responsabile delle operazioni di ViaVii. “Colleghiamo coloro che vogliono cercare cose nuove, trovare cose uniche e avventurose da fare che non puoi davvero trovare da nessun’altra parte ed essere in grado di incontrare qualcuno che sarà in grado di fornire questi servizi per loro”.

A poche settimane dall’inizio del più grande evento sportivo del mondo e milioni di occhi puntati sul Qatar, tutti i vincitori del Challenge 22 sperano che le loro attività soddisfino un’esigenza del mercato che si possa estendere per molto tempo dopo la fine del torneo.

E per una vista straordinaria del quartiere degli affari, non c’è posto migliore dell’eliporto dell’hotel JW Mariott.

digital food libro di marco ilardi
Leggi Digital food il nuovo libro di Marco Ilardi
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef
libro marco ilardi
Digital Food il libro di Marco Ilardi
wine nft app mobile lista vini metaverso
Wine NFT la lista dei vini nel metaverso
Contenuti riservati a Cinque gusti