Michelin:la guida

Guida Michelin

 Michelin la storia della guida

E’ stupefacente sapere che la guida Michelin nasce dalla vendita di pneumatici dall’azienda francese la cui mission è la produzione di pneumatici. Quella della guida Michelin è da tempo sinonimo di cucina raffinata in tutto il mondo, infatti, il nome è riconoscibile e identificativo anche da chi non frequenta il mondo della cucina in generale.

Negli ultimi anni la guida Michelin ha iniziato a recensire molti ristoranti accessibili, dalle trattorie ai fast food, ma sono le famose stelle Michelin a dare il voto autentico della cucina in questione, sono ambite dai migliori chef e ristoranti ma anche dai principianti che vogliono puntare al massimo. Appunto le stelle Michelin si distinguono da tutte le altre guide dei ristoranti. Le stelle Michelin sono ambite da chef di tutto il mondo e sono diventate ormai segno di riconoscimento identificativo, quindi, il simbolo di riferimento per i più alti livelli di cucina.

Le origini della guida Michelin

Il primo anno in cui viene pubblicata la guida Michelin è il 1904, in Belgio, successivamente in Gran Bretagna nel 1911, ma la vera e propria guida Michelin diventa commerciale nel 1920. In quell’anno la sezione della ristorazione sulla guida Michelin diventa molto popolare tanto che il sistema di gradimento a stelle include fino a 3 categorie: una stella vuol dire “ottimo ristorante in base alla categoria che possiede”, due stelle significano “cuoco eccellente” mentre tre significa “cucina eccezionale e merita un viaggio speciale”. Solo nel 1944, quindi durante la Seconda Guerra Mondiale, la guida Micheline viene pubblicata con aggiornamenti dettagliati delle mappe cittadine.

La guida Michelin dei fratelli Michelin

Chi ha inventato e realizzato la guida Michelin sono i fratelli Michelin: Andre e Edouard, ossia i proprietari di un’azienda di pneumatici: inizialmente hanno creato un libro con una lista di pompe di benzina, garage meccanici, hotel e ristoranti per aiutare i motoristi a sviluppare i propri viaggi e far sapere ad esempio la procedura per cambiare una ruota: quindi una vera e propria guida da viaggio!

Guida Michelin, la storia

Correva l’anno 1898 quando la guida Michelin prende forma e inizia così una storia lunga fino ai giorni nostri. La storia della guida Michelin racconta di Andre Michelin, il quale un giorno, durante una visita ad un garage trova una panchina da lavoro con appoggiato sopra delle copie della sua guida, proprio quel giorno capì che gli esseri umani rispettano solo le cose per cui pagano un prezzo: ecco che la guida non sarà più gratuita. La storia della guida Michelin è molto profonda quanto interessante, nasce come una collezione di pubblicazioni annuali nell’ambito del turismo e della gastronomia ed emerge fino a diventare al giorno d’oggi un vero e proprio riferimento di valutazione mondiale per quanto riguarda la qualità dei ristoranti e degli alberghi.

La storia della guida Michelin ha molti anni alle spalle ma un solo colore: il rosso, un colore che incoraggia gli automobilisti a mettersi in viaggio. Nel tempo, si è preso atto dell’interesse crescente verso la buona cucina, pertanto, i fratelli Michelin reclutano dei misteriosi ispettori per recensire e visitare i ristoranti in modo anonimo. Per un periodo di tempo la guida Michelin metteva a disposizione una sola stella fino a diventarne 3 con un criterio di assegnazione ben definito, una scala raffinata. La guida Michelin ha una storia che vede un approccio unico e serio, proprio per questa motivazione diventa un best seller per gli amanti della cucina e dei viaggi e non solo, anche per i curiosi e gli interessati del mondo gastronomico in generale, ma soprattutto un punto di riferimento per gli chef di oggi.

Tutti la conoscono anche per sentito dire ma emerge e rende accessibile il piacere del viaggio e la realizzazione di esperienze di cucina gratificanti ma soprattutto indimenticabili: la guida Michelin è la migliore guida vera e unica e ormai diventata famosa a livello nazionale ed internazionale, non se ne può più fare a meno. La storia della guida Michelin vede anche una parte interessante in Italia che cresce sempre di più, infatti oggi anche nella nostra nazione si prende in considerazione la guida Michelin per qualsiasi ristorante. La prima edizione Italiana è stata nel 1956 e da quel giorno ad oggi copre tutto il territorio nazionale ed è per davvero un punto di riferimento per giovani aspiranti chef ma anche per chi vuole gustare un pranzo o una cena stellata, un modo unico e un momento gustoso di mangiare cibo di qualità ma anche cucinato bene. La guida Michelin è diventato un libro da tenere a casa sempre e ormai è cultura generale per tutto il mondo, una autentica guida per i migliori viaggi e per dei pranzi e delle cene inconfondibili e con i fiocchi, la guida Michelin da modo di avere un’esperienza culinaria indimenticabile.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

diana gourmet alassio

Il Diana Gourmet di Alassio

Il Diana Gourmet è il ristorante gastronomico dell’albergo Diana Grand Hotel. La firma del menu è quella dello chef Ivano Ricchebono, 1 stella Michelin, il

Cibo e ansia – nemici e amici

Il cibo e l’ansia sono strettamene correlati e il loro rapporto, in base a come decidiamo di gestirlo, può giovare al nostro organismo e alla

tutte le sfumature del vin brûlé

Vin Brulè

Vin Brulè che cosa è, dove si assaggia, come si fa? In inverno durante quelle giornate fredde e ventose in cui l’unico desiderio è riscaldarsi con

gambero rosso la storia

Gambero Rosso, la guida e la storia

Gambero rosso, come nasce la guida? Gambero Rosso S.p.a. è una casa editrice specializzata in enogastronomia, fondata il 16 dicembre 1986 dal giornalista Stefano Bonilli, come supplemento

dettaglio cibo fritto

Ricette friggitrice ad aria

  La friggitrice ad aria, o airfryer, è un’alternativa più salutare alla classica friggitrice e permette di usare poco olio, ottenendo cotture al forno, grigliate,

Il cibo che fa bene alla pelle

Il cibo non è solo quello che crediamo. Un solo chicco di caffè può condizionare il nostro umore, favorire determinate patologie o – al contrario

le botti in cantina

Le fasi del metodo classico

Il metodo classico, detto anche metodo tradizionale o metodo champenoise, è un sistema di spumantizzazione caratterizzato dal principio della rifermentazione in bottiglia. È un procedimento

Aglio – il miglior amico della memoria

L’aglio è un alimento immancabile nella cucina di ogni italiano, utilizzato in praticamente ogni ricetta, è il miglior amico dell’organismo per tantissimi fattori. Una delle

distese di vino chianti

Vino Chianti, zona di produzione

Vino Chianti, zona di produzione e storia L’origine del nome Chianti non è certa. Secondo alcune versioni potrebbe derivare dal termine latino clangor, ovvero rumore,