logo cinque gusti

Frutta: come utilizzarla nei piatti salati

Utilizzare la frutta per preparare pietanze salate non è usuale, ma è realtà: sono tantissime le ricette che vedono impiegare la frutta in primi e secondo piuttosto che nei dolci.

Spesso dagli incontri di frutta e cibi salati escono fuori piatti dal sapore tendenzialmente agrodolce, e per chi è amante di questi sapori particolari questo tipo di cucina non può che risultare buono.

Ma come abbinare la frutta ai cibi salati? Da qui qualche dritta per preparare piatti gustosissimi quanto particolari!

 

I fichi

I fichi si utilizzano particolarmente in insalate, per dare una nota alquanto dolciastra; ma può essere utilizzato anche in piatti più elaborati, come ad esempio nell’arrosto con del buon prosciutto crudo.

Ottimi anche sulla pizza o sulla focaccia, accompagnati sempre da un salume abbastanza salato (come il crudo appunto) e un buon formaggio cremoso dal sapore abbastanza neutro. E perché no, se si tratta di una focaccia aggiungervi anche dell’insalata per dare un tocco ancor più fresco.

 

Ananas

L’ananas è un frutto tropicale molto ma molto dolce: è sicuramente indicato in piatti molto freschi come le insalate, ma si sposa benissimo anche con piatti a base di pesce; ad esempio è una buona e valida accoppiata con gamberetti arrostiti o cotti a fiamma vivace in padella, e non dimenticate le spezie! Vi consiglio lo zenzero per una carica in più a contrastare il dolce dell’ananas.

 

Avocado

L’avocado è il frutto più ambito e utilizzato in cucina degli ultimi anni. Usarlo prevalentemente nelle insalate è  una mossa alquanto azzardata. Perché il suo sapore permette validi e molteplici abbinamenti. Fa la sua bellissima figura in piatti a base di pesce crudo, come ad esempio le tartare, che siano di tonno o salmone. Ma perché no, anche di carne! Può essere utilizzato nelle piadine al posto della classica rucola.

 

>>> Piadina: 3 idee originali per una pausa pranzo leggera

 

Mele

Le mele, a chi non piacciono? Ebbene sì, anche loro possono essere utilizzate in piatti salati, e non solo nelle insalatine come molti di voi avranno sicuramente fatto. Se trasformata in purea, la mela può essere un ottimo condimento da accompagnare ai più svariati tipi di carne, specialmente quelle brasate e  più grasse. È un ottimo abbinamento anche con il pesce in quanto come l’avocado, se tagliata a cubetti, è ottima nella preparazione di tartare di pesce.

 

Melone

con una fettina di prosciutto crudo? Chi non l’ha mai proposto ad un pranzo come antipasto o mangiato al ristorante? Ma ormai è troppo mainstream come abbinamento e il melone può offrire abbinamenti più audaci ed originali. Ad esempio nelle insalate, le più ricche. Può essere integrato alla famosa panzanella, o ancora sostituire le patate nel pollo cotto al forno, avendo cura di aggiungerle solo nella parte finale della cottura.

 

Uva

L’uva è anch’essa uno dei frutti più dolci presenti, ed è bene quindi abbinarla a piatti dal sapore un po’ più forti in termini di salato. È sicuramente ottima abbinata a una bella insalatona di bresaola, rucola e formaggio. Perché no, anche della frutta secca o dei peperoni in sostituzione alla rucola. È ottima anche nelle insalate di pollo, cotto e insaporito con delle spezie.

 

Cocco

Il cocco, per quanto possa sembrare stravagante, è uno dei frutti che meglio si abbina alle pietanze salate. Che sia tagliato a cubetti, grattugiato o semplicemente gustandone il latte. È utilizzato specialmente nella cucina orientale, ed è indicatissimo per conferire cremosità al piatto ma soprattutto per creare un equilibrio tra la piccantezza e la notevole sapidità conferita dalle spezie.

 

Insomma, introdurre la frutta in portate principali non è solo buono da un punto di vista nutrizionale, ma anche un modo molto originale rispetto al solito. Anche perché mangiare frutta dopo i pasti non fa sempre bene come si pensa!

come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef