logo cinque gusti

Antipasti per Capodanno ricette regionali

antipasti per capodanno cinque gusti

Siamo nel vivo delle feste natalizie e si sa, subito dopo Natale arriva Capodanno!

Cosa mangiare la sera del 31 dicembre è una delle principali preoccupazioni e motivo di ricerca ogni anno di nuove idee per sorprendere i nostri ospiti, tenendo sempre presente però la tradizione regionale.

E allora eccoci pronti con qualche spunto per gli antipasti di Capodanno presi direttamente dalle ricette di tutta Italia.

Prodotti tipici e ricette della tradizione si incontrano da Nord a Sud in questa lista creativa di idee facili e veloci da proporre ai vostri ospiti per il cenone dell’ultimo dell’anno.

Partiamo!

Ricette regionali di antipasti per il cenone di capodanno 

Veneto

Quando parliamo di Veneto parliamo soprattutto di antipasti di pesce per capodanno.

Il baccalà mantecato è un must have nelle cucine di questa regione.

Si tratta di una crema di stoccafisso dal sapore molto delicato che va servita su crostini di polenta croccanti.

Troviamo poi le sarde in saor (termine con il quale si indica un’antica tecnica di conservazione del pesce). La tecnica consiste nel friggere le sarde e immergerli successivamente in una marinata di aceto e cipolla.

Lombardia

Tipica della cucina milanese è l’insalata di nervetti.

Un tempo venivano serviti come stuzzichino per accompagnare il consumo del ‘quartino’ di vino.

Generalmente si tratta delle parti cartilaginose del ginocchio e dei piedini di vitello o di bovino.

Piemonte

La giardiniera, antipasto tipico della tradizione tipica piemontese, consiste in una grande varietà di verdure cotte combinate in un mix squisito.

Tonno di coniglio, piatto delicato preparato allo stesso modo del tonno sott’olio.

Peperoni in bagna cauda, ovvero una preparazione che consiste nell’unire acciughe, olio e aglio come intignolo di verdure fresche, in questo caso i peperoni.

Toscana

Crostini di fegatelli, tipici della tradizione toscana.

Si tratta di un patè di fegatelli spalmato su croccanti crostini, meglio se di pane fresco (va bene anche raffermo) abbrustolito.

Insalata di finocchi e arance, piatto leggero e delicato (e soprattutto veloce da preparare) sempre tipico della tradizione natalizia toscana.

Emilia-Romagna

Non possono mancare a tavola i salumi, tra questi il culatello di Zibello e il prosciutto crudo di Parma.

Meglio ancora se serviti con la famosa piadina romagnola come stuzzichini per capodanno.

Le tartine per capodanno sono preparate su diverse tavole ed anche qui un po’ di culatello ci sta sempre bene.

Altro antipasto goloso della cucina natalizia romagnola è lo gnocco fritto fatto con impasto di pane e fritto.

Non viene condito né riempito. Si consuma spesso al posto del pane accompagnato ai salumi.

Lazio

Tra gli antipasti tipici laziali nel periodo natalizio troviamo il pane ripieno romano, ripieno di funghi, frattaglie e besciamella.

C’è poi la stracciatella alla romana, una minestra realizzata con brodo di carne bollente in cui vengono aggiunte uova strapazzate e parmigiano, a formare fiocchi leggeri e saporiti.

Campania

La pizza ripiena di scarole è uno dei piatti che non può mancare sulla tavola del cenone napoletano.

Sarà poi altrettanto facile trovare il gustosissimo polpo all’insalata, la paranza di pesce e la frittura di alici marinate.

Altra insalata molto presente sulle tavole napoletane come antipasto a capodanno ma anche alla vigilia di Natale è la cosiddetta insalata di rinforzo, a base di verdure miste sott’olio e sott’aceto.

E cosa dire del baccalà fritto? Una vera leccornia per le tavole campane insieme al capitone.

Calabria

In Calabria si susseguono numerose versioni di frittelle: di cavolfiore, di baccalà… e poi molto apprezzate sono le crespelle di alici.

Una versione saporitissima delle tradizionali zeppoline di pasta lievitata che, in questo caso, prevedono l’aggiunta delle acciughe come “ingrediente segreto”.

Puglia

Sulle tavole pugliesi tra gli antipasti per cenone troviamo spesso le Zucchine alla poverella, fritte e condite con foglie di menta.

Ma anche la gustosa insalata di polipo è tra gli antipasti tipici natalizi della tradizione pugliese.

Potrebbe interessarti anche: Cartellate Pugliesi

Sardegna

Non può mancare tra gli antipasti per San Silvestro sulle tavole sarde il tradizionale tagliere di insaccati e formaggi freschi tipici di stagione.

In Sardegna i menu natalizi sono soprattutto a base di pesce. Infatti, un altro tra i piatti tipici è l’ Iscabecciu: pesciolini molto piccoli impanati nella semola di grano duro fritti poi con aglio e pomodorini freschissimi.

Altro classico della regione sono le tartine di ricci con maionese, salmone o gamberetti.

Sicilia

Il pidone è tra i classici fritti della cucina messinese.

La forma è a mezzaluna e il ripieno consiste in scarola, acciughe e toma (formaggio tipico siciliano).

Anche in Sicilia il baccalà fritto non può mancare sulle tavole delle festività natalizie.

Questi sono solo alcuni spunti di tantissime ricette di capodanno delle tradizioni italiane che vogliono essere uno modo alternativo per rendere le proprie tavole più variegate e studiare un incontro di sapori che spezzi i confini e trovi il giusto connubio di tradizione e creatività.

Perciò, libero sfogo al gusto, quest’anno mettete in tavola il piatto della tradizione di un’altra regione e rendete i vostri antipasti per capodanno originali.

come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef