logo cinque gusti

L’alimentazione olistica di Emanuela Caorsi

La definisce alimentazione olistica ed è un vero e proprio percorso per ritornare in forma. Sto parlando di Emanuela Caorsi, nutrizionista olistica che ormai da cinque anni si occupa di insegnare quello che è in primis il suo regime alimentare per vivere bene nel corpo e nella mente.

Una dieta “anticonvenzionale” in cui non è importante pesare il cibo ma fare molta attenzione alla sua provenienza.

L’alimentazione olistica non nutre solo il corpo, come già detto. Si basa inoltre su 4 punti cardine:

  • 100% naturali: si basa su prodotti naturali di alta qualità (soprattutto per le proteine animali). Tutti gli alimenti confezionati, con conservanti, vanno gradualmente ridotti o eliminati.
    Qualità e provenienza degli alimenti sono molto importanti in questa dieta. Ecco perché si prediligono quelli biologici.
  • Intuitiva: seguire una dieta olistica può far arrivare la persona a nutrirsi in maniera intuitiva. Ciò vale a dire che bisogna diventare capaci di seguire le necessità e non le voglie del nostro corpo.
  • Rispetta la tua unicità: ciascuna persona è diversa e un patrimonio genetico differente. Quello che fa bene a uno, non è detto che faccia bene a un altro. Non c’è né giusto né sbagliato ma solo ciò che il nostro corpo ci dice e che dobbiamo essere in grado di ascoltare.
  • Le calorie non esistono: è una frase decisamente provocatoria ma è un modo per far rendere conto che il cibo non è altro che un’informazione e non solo peso e macronutrienti. Ecco perché alimentandoci con prodotti 100% naturali diventerà molto più facile anche raggiungere anche l’equilibrio corporeo che tutti anelano.

 

“Non è nulla di differente da ciò che mangiavano i nostri nonni un tempo. Solo che il nome dieta olistica rende tutto molto più sofisticato.”

 

Dice scherzosamente Emanuela.

 

E in effetti ha proprio ragione! La dieta olistica è un ritorno alla natura vero e proprio.

 

Mente e corpo nell’alimentazione olistica

Nella dieta olistica è molto importante stabilire una connessione tra mente e corpo che metta in comunicazione queste due parti di noi così diverse eppure così uguali.

 

Il nostro regime alimentare influisce inevitabilmente sulla nostra psiche. Cosa che troppo spesso sottovalutiamo. Certe volte sintomi come mal di testa, nausea, gonfiore addominale, sono causati da uno stress psicologico che ignoriamo e che se non “curato” non potrà far altro che peggiorare.

Combattere le emozioni negative è uno degli obiettivi della dieta olistica. Solo così sarà possibile eliminare anche le disfunzioni fisiche.

A tal proposito, è altresì importante mantenersi in forma anche con la corretta attività fisica. Senza strafare ma garantendo l’allenamento necessario al nostro corpo per sviluppare delle corrette abitudini che, in questo caso, vanno a incidere anche sulla nostra mente.

Assumendo dei comportamenti sistematici e positivi con l’alimentazione, combattiamo automaticamente le emozioni negative e anche tanti altri fattori determinanti del nostro “star bene” quotidiano come stress, ansia e stanchezza.

 

Spring Reset 2021

Emanuela Caorsi, nel suo ultimo e-book #SPRINGRESET2021 propone un “reset alimentare”, sempre basato sull’alimentazione olistica, che punti a eliminare i gonfiori e i fastidi provocati dal cambio di stagione primaverile.

 

“Lascerai andare ciò che non serve più, ti alleggerirai nel corpo e nell’anima. Creerai nuove abitudini che lasceranno il segno. Preparati a rinascere e rifiorire.”

 

Cos’è un reset alimentare?

Si tratta di un modo per eliminare momentaneamente tutti quei cibi che potrebbero provocare fastidi, gonfiori, spossatezza e – assurdo ma vero – contribuire alle nostre allergie primaverili.

Eliminare per un tot. di tempo i maggiori allergeni alimentari come (latticini, glutine, lievitati) e tutti gli alimenti che provocano dipendenza (caffè e zucchero) può favorire il ripristino del nostro organismo e permetterci di vivere il periodo primaverile con maggiore serenità ed energia.

Molto spesso, infatti, assumiamo alimenti senza sapere di esserne temporaneamente intolleranti. Questo provoca molti problemi nel nostro organismo che reagisce nel peggiore dei modi non riuscendo a farci essere performanti al 100% durante le nostre giornate.

Il trucco è quello di reintegrare gradualmente gli alimenti eliminati per capire quale potrebbe reagire nuovamente nel modo sbagliato e cercare a quel punto di evitare di assumerlo.

Ecco perché è necessario che per un massimo di 3 settimane il corpo si “disintossichi” da tutte queste sostanze. Così che successivamente sia reattivo, recepisca il messaggio e ci permetta di comprendere cosa effettivamente ci fa bene e possiamo reintegrare e cosa ci fa male ed è meglio evitare.

 

Cosa può succedere durante un reset alimentare?

Il nostro corpo, essendo assuefatto dalle sostanze che creano dipendenza, dunque parlo specificamente di caffè (ma anche di tutti gli alimenti dolci) potrebbe reagire “male” e manifestare una vera e propria crisi di astinenza che provoca dolori addominali e mal di testa.

Si tratta dei primi giorni, è una condizione normalissima e significa che il reset sta facendo effetto. Emanuela invita a tenere duro e resistere, possibilmente evitando di assumere farmaci per placare i dolori.

Passati i primi giorni “più duri”, l’organismo comincerà gradualmente a disintossicarsi e i dolori fisici scompariranno di conseguenza.

Dunque, cosa aspettarsi da #SPRINGRESET2021 di Emanuela Caorsi? Vediamo cosa lei stessa dice a riguardo:

 

“Lasciar andare la pesantezza di un periodo tanto difficile che abbiamo vissuto e stiamo vivendo con la speranza che la Primavera, il momento della rinascita, con le sue giornate più lunghe e le temperature più miti, riscaldi anche i nostri cuori e le nostre speranze.

Lasciar andare alcune cattive abitudini che non riusciamo a scrollarci di dosso.

Dunque, lasciar andare piatti più ricchi e con cotture più lunghe per dare spazio a piatti freschi e con cotture più brevi.

Questo Reset sarà all’insegna della semplicità e della riscoperta delle cose e dei sapori che hanno sempre fatto parte di noi ma che magari abbiamo dimenticato.

Ti riscoprirai. Più bella, più forte, più leggera, più spensierata, ma soprattutto più consapevole del fatto che, se lo vuoi davvero, la tua vita è nelle tue mani e puoi ottenere ciò che vuoi.”

 

>>> Il ruolo del cibo nelle società di ogni epoca

come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef