logo cinque gusti

Il fruttariano è colui che decide di adottare un regime alimentare (fruttarismo) mosso da motivi prevalentemente etici che puntano al rispetto dell’ambiente e degli esseri viventi (piante comprese).

Del fruttarismo abbiamo già parlato in un precedente articolo. Ma adesso vedremo nel dettaglio il menù tipico di un fruttariano.

Oggi non vi porto solo a cena, bensì nella giornata tipo di un fruttariano. Scopriamo insieme cosa e come mangia chi decide di assumere solo frutta e ortaggi.

 

I presupposti

Partiamo dal presupposto che non c’è molto con cui variare. Mangiare prevalentemente frutta e ortaggi significa avere dei sapori prevalentemente dolci che andranno dunque ben dosati con condimenti e metodi di cottura appropriati.

Il fruttarismo tradizionale vuole che non si mangino nemmeno i semi, considerati a tutti gli effetti portatori di vita. Ci sono però, nonostante questo, molti fruttariani che decidono di integrare nel proprio regime alimentare anche i semi. Diciamo che le sfumature del fruttarismo sono estremamente variegate.

 

  La colazione

 

Ma cosa mangia a colazione un fruttariano? Potremmo immaginare anche qui una doppia scelta dolce/salata?

Effettivamente con la giusta dose di pazienza e creatività, nulla è impossibile. Nemmeno una colazione fruttariana dolce e/o salata.

Ad esempio, un modo molto interessante per produrre lievitati, è utilizzando farina di platano (appartenente alla stessa famiglia delle banane).

Potremmo realizzare dunque dei french toast con pane di farina di platano condito con dell’ottima frutta secca.

Oppure, nella versione salata, pensare di realizzare dei tramezzini con pane di farina di platano conditi con verdure grigliate.

 

  Il pranzo

 

A pranzo, vi propongo una gustosa vellutata di zucca con spolverata di granella di noci (una delizia, posso assicurarvelo).

 

   La cena

 

Propongo delle ottime cotolette vegetali di melenzane o zucchine con contorno di pomodori all’insalata.

 

  Il dolce

 

Torta fruttariana alla carruba, banana e fichi. Non esistono basi in pan di spagna. Ciò vuol dire che la base della nostra torta saranno le banane. Mentre la crema verrà realizzata con gli altri ingredienti.

Il dolce è molto sano, leggero e soprattutto assai sfizioso alla vista oltre che al palato.

Io consiglio sempre di provare, perché sperimentare è divertente in ogni caso 😊

 

Ora che abbiamo fatto un piccolo menù fruttariano dalla mattina alla sera, facciamo una check-list di quali sono le varie famiglie di frutta e ortaggi che possono assumere i fruttariani:

  • Frutti acidi: agrumi, mele, mirtilli, kiwi, fragole, ananas, melograni;
  • Frutti poco acidi: ciliegie, more, mirtilli, pesche, mele dolci, papaya, fichi, albicocche, lamponi;
  • Frutti dolci: uva, meloni, cachi, banane;
  • Frutti oleosi: avocado, olive, noci di cocco;
  • Frutti secchi: prugne, datteri, anacardi, mandorle, noci pecan;
  • Ortaggi a frutto: cetriolo, carosello, pomodoro, zucchina, zucche, peperone, melanzana, okra o gombo ricchi di zuccheri e sali minerali, anguria, melone.

 

Il fruttarismo è un regime alimentare molto rigido ma sono del parere che con il giusto ingegno, anche il più ferreo dei regimi alimentari può rivelarsi promettente.

E poi, è bene sempre ribadire che prima di criticare, è sempre bene provare 😉

 

Buon appetito!