logo cinque gusti

5 dolci tradizionali di Pasqua in Europa

5 dolci tradizionali di Pasqua in Europa cinque gusti

Quali sono i dolci tradizionali di Pasqua in giro in Europa?

Dopo aver visto i cinque dolci tradizionali di Pasqua in giro per l’Italia, oggi riserviamo questa rubrica ad alcune delle nazioni europee che conosciamo per scoprire usi e costumi del periodo Pasquale in cucina.

Pronti a partire?

Inghilterra: Hot Cross Buns

So che ormai non possiamo più considerare l’Inghilterra parte dell’Unione Europea, eppure meritava una menzione speciale in quest’articolo il loro dolce pasquale.

Gli hot cross buns sono dei piccoli panini dolci con uvetta. La caratteristica particolare è quella di mangiarli appena sfornati, caldissimi e profumatissimi. Sono deliziosi anche freddi ma tutto il loro gusto è espresso a pieno quando sono caldi. Rappresentano la fine della Quaresima (perché molti prodotti caseari utilizzati per la loro produzione sono “vietati” nel periodo antecedente alla Pasqua per i culti cattolici). Vengono preparati e serviti il Venerdì Santo. Intorno alla tradizione degli hot cross buns girano molte curiose leggende anglosassoni.

Polonia: Babka

Torta di pasta lievitata ripiena di cioccolata oppure di zucchero, cannella e frutta secca. Il suo nome significa “piccola nonna” proprio perché questo dolce pasquale deve le sue origini alla tradizione ebraica – principalmente la festa del riposo di ogni sabato detta Shabbat – le nonne erano solite utilizzare gli avanzi del callah (pane cerimoniale della festa), per preparare dolcetti ripieni di semi e noci.

Spagna: Torrijas

Questo è un dolce diffuso un po’ in tutta la Spagna ma che diventa di fondamentale importanza soprattutto a Siviglia, luogo d’origine delle torrijas. Ricordano vagamente dei french toast essendo delle fette di pane immerse nel latte, spolverate di cannella, passate in uova sbattute e poi fritte. Dopo la cottura possono essere gustate con una spolverata di zucchero a velo e cannella oppure con l’aggiunta di glasse e/o marmellate.

Sono irresistibili gustate ancora calde.

Grecia: Tsoureki

È un pane greco dolce tipico del periodo Pasquale. Viene decorato con uova intinte nel colore rosso (che simboleggia la passione di Cristo come abbiamo già potuto osservare nell’articolo precedente in giro per l’Italia). Il pane Tsoureki è ricco di simbolismo:

  • il cerchio e la treccia sono entrambe rappresentazioni dell’eternità;
  • il colore rosso delle uova, oltre a rappresentare la passione di Cristo (che lava via il peccato), è sinonimo di vita e protezione;

Questo pane dolce è presente sulle tavole di tutte le famiglie greche la mattina di Pasqua ed è appunto mangiato in segno di rinnovamento, protezione e lunga vita.

Le sue sono origini antichissime che si sono radicate anche nei popoli dell’Armenia, Turchia e Azerbaijan, seppur presentando leggere variazioni nella ricetta.

 

Olanda: Paasbrod

Il pane pasquale olandese per eccellenza che non può proprio mancare nelle famiglie olandesi nel periodo di Pasqua. Questo pane pasquale dolce viene arricchito generalmente con uvetta o canditi e una farcitura di pasta di mandorle.

È il protagonista indiscusso dell’aperitivo della mattina di Pasqua in Olanda.

come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef