fbpx

La pastiera napoletana vegana

la-pastiera-napoletana-vegana-cinque-gusti

Sembrerà una blasfemia, eppure, la pastiera napoletana rivisitata in chiave vegana è una realtà. Aggiungerei anche una bella realtà!

Penso sempre che sia ingiusto privarsi di molti dei sapori della tradizione solo perché si è deciso di sposare un regime alimentare differente. E quindi ben vengano le alternative senza rinuncia!

 

Pastiera napoletana vegana

La leggenda della pastiera napoletana si accomuna alla leggenda della sirena Partenope. Pare che per ringraziare la sirena per aver scelto il Golfo di Napoli come dimora, le erano stati portati 7 doni per simboleggiare la fertilità, l’abbondanza, la ricchezza e la dolcezza.

i doni erano proprio gli ingredienti necessari per realizzare la pastiera: farina, uova, ricotta, grano, fiori d’arancio, spezie, zucchero. Fu Partenope a mescolarle e a dar vita alla gustosa pastiera che ancora oggi consumiamo nel periodo pasquale.

La storia, quella più realistica, sembrerebbe invece avere origine in un convento di San Gregorio Armeno. Fu una delle suore del convento a dar vita a questo dolce nel periodo pasquale per consegnarlo in segno di augurio e ringraziamento ai reali che sovvenzionavano regolarmente la buona tenuta del luogo di culto.

Nel ‘700 molti dei dolci della tradizione napoletana sono nati proprio in convento. Le suore erano delle cuoche eccellenti e tutte le loro produzioni erano destinate sempre alle famiglie reali alle quali erano legate.

È un dolce molto laborioso, che bisogna ammettere richiede molto tempo. È per questo che gli si dedicano le giuste attenzioni nel periodo pasquale, diventando il dolce tipico della tradizione napoletana.

C’è una regola che però è tassativamente necessario eseguire a dovere: la copertura del ripieno dev’essere composta da sette strisce: tre in un verso e quattro nell’altro. Così da poter formare dei rombi perfetti.

Tra l’altro, le sette strisce ci ricordano i sette doni della leggenda di Partenope, sempre vivi nella memoria collettiva del popolo. Ma non solo… sette sono anche i quartieri del centro storico di Napoli.

 

Come cucinare una pastiera vegana?

È dunque possibile fare una versione totalmente vegetale della pastiera napoletana? Assolutamente sì! Vediamo come con la mia solita lista degli alimenti sostitutivi:

 

Ingredienti

Farina >>> ok

Fecola di patate >>> ok

Zucchero di canna >>> ok

Strutto >>> Olio di semi di girasole

Burro >>> margarina vegetale

Latte vaccino >>> Latte vegetale

Pizzico di sale >>> ok

Vaniglia/Vanillina >>> ok

Miele >>> sciroppo d’agave

Uova >>> fecola di patate o preparato industriale sostitutivo apposito

Scorza di limone >>> ok

Scorza d’arancia >>> ok

Grano cotto >>> ok

Ricotta di pecora >>> Ricotta di soia o tofu vellutato

Cedro candito >>> ok

Acqua di fiori d’arancio >>> ok

Zucchero a velo >>> ok

 

In più per la ricetta serve:

Agar Agar (per addensare)

 

>>> Cheesecake vegana – come realizzarla?

 

Sostituendo gli ingredienti originali con quelli 100% vegetali, avrete la possibilità di non rinunciare a questo delizioso dolce pasquale restando fedeli alla vostra scelta etica alimentare.

È chiaro che il sapore possa un po’ variare, non possiamo metterlo in dubbio. Ma sono certa che potrete scoprire molte più similitudini di quanto crediate grazie a questa ottima alternativa.

 

Fatemi sapere 😉

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

Guida Michelin

Michelin:la guida

 Michelin la storia della guida E’ stupefacente sapere che la guida Michelin nasce dalla vendita di pneumatici dall’azienda francese la cui mission è la produzione

Bevande estive: la cedrata

L’estate è quasi alle porte e ciò significa ritrovarsi più spesso in compagnia e aver voglia di rinfrescarsi; e quale bevanda migliore se non la

vino-cotto-

Vino Cotto

Il vino cotto, tradizione e storia di una ricetta   Mai sentito parlare del vino cotto? Si tratta di un prodotto della tradizione contadina tipico

Cibi del mondo: il sushi

Il sushi è uno dei piatti principali e caratteristici della cucina giapponese; apprezzato da molti e soggetto di interesse per altre popolazioni, il sushi si

storia del pan di spagna

Il Pan di Spagna storia

Il pan di Spagna, storia e ricetta   È una delle otto preparazioni base della pasticceria: parliamo del pan di spagna. Una base soffice e

Salse dal mondo: la senape

La senape è una salsa che spesso accompagna piatti di carne cotta o cruda, ma anche contorni come patate o verdure bollite e raffreddate; può

farfalle con ragu di carne

Ragù tutti i pezzi

Ragù i pezzi di carne utilizzati e la sua storia Immancabile piatto unico della domenica, con il sugo che condimento della pasta e la carne

torta di compleanno fatta in casa

Torte di compleanno fatte in casa

Torta di compleanno fatta in casa: idee Tanti trucchi e idee diverse per la preparazione di una torta di compleanno fatta in casa.  Festeggiare il

La frutta secca

La frutta secca è uno dei cibi più apprezzati, specialmente durante le feste al seguito dei lunghi pranzi e cene che riempiono tavole intere; ma

minipimer frullati

Minipimer a cosa serve

Minipimer cos’è e cosa serve Il minipimer è uno strumento molto usato in cucina per vari scopi e semplicissimo da utilizzare. Si tratta di un

La caramellizzazione

La caramellizzazione è un esempio importante di come il calore sia fondamentale in ambito culinario: per cuocere la carne, riscaldare cibo, preparare la pasta; ma

il-pesce-spada

Il pesce spada

Il pesce spada dove si pesca, come si cucina e quando  Il pesce spada è un pesce di mare di grossa taglia dalla carne rosata.

fermentino

Vermentino, tipologia di vino

Vermentino, storia e zona di produzione Il Vermentino è un vitigno che negli ultimi anni ha visto una progressiva espansione della sua coltivazione in Italia

Hummus e porridge

L’hummus e il porridge sono pietanze già conosciute e cucinate da tempo, ma hanno avuto un boom particolare specialmente negli ultimi due anni. Si tratta

uova-proprietà

Le uova come cucinarle!

Uova che passione tipologie diverse tempi di cottura Le uova sono un alimento base o ingrediente in numerose pietanze preparate in tutto il mondo. Senza

slow-food-marchio

Slow Food, la storia

Storia dello Slow Food  Cos’è Slow Food?  Slow Food è un movimento internazionale che promuove il giusto valore del cibo, associato alle tradizioni e al

logo cingue gusti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

* indicates required

Autorizzo Micropedia ad inviarmi newsletter che riguardano il food magazine ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Puoi cancellarti in qualunque momento cliccando il link nel footer delle tue email che riceverai alla casella di posta indicata sul form. Per informazioni sulla nostra privacy policy visita cinquegusti.com

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.