logo cinque gusti

Carne vegetale vs carne coltivata in laboratorio: le differenze

carne vegetale carne coltivata in laboratorio cinque gusti

Una delle tendenze più accattivanti apparse negli ultimi anni è stata l’ascesa delle “carni alternative”. Con più commensali che scelgono di escludere la carne animale dai loro pasti, che sia per motivi sanitari, etici o ambientali, questo è il momento perfetto per i ristoranti per includere “carni alternative” nei loro menù.

La scelta di carni alternative si riduce a due grandi categorie: carne di origine vegetale o carne coltivata in laboratorio. Ma quali sono effettivamente le loro peculiarità e differenze?

Qual è la differenza tra la carne vegetale e quella coltivata in laboratorio?

Quindi, hai sentito parlare di carni a base vegetale e coltivate in laboratorio. Ma sai come differiscono le due scelte? È importante che tu capisca cosa c’è di diverso tra queste carni, perché i tuoi commensali sicuramente conoscono – e si preoccupano – dei tipi di carne che stai utilizzando nelle tue ricette.

Per iniziare, vediamo come vengono create queste carni.

Carne vegetale: a base di piante ma… sa di carne!

Produrre la carne dalle piante non è un’idea nuova: dopotutto, gli hamburger vegetariani esistono da decenni. Naturalmente, mentre le polpette di hamburger vegetariane non hanno davvero il sapore di manzo o pollo, le carni a base vegetale stanno rapidamente guadagnando popolarità perché hanno un sapore proprio verosimile alla carne animale.

Come vengono create queste carni dal sapore incredibile? Esistono diversi modi per farlo, ma la tecnica più popolare è nota come “estrusione ad alta umidità”: le proteine ​​vegetali vengono messe all’interno di un barile e subiscono sollecitazioni termiche e meccaniche. Questo processo che prevede una varietà di tecniche di riscaldamento, raffreddamento e tosatura – per produrre un prodotto finale che è essenzialmente fatto di proteine ​​vegetali con una consistenza simile alla carne. Modificando leggermente il processo, anche le caratteristiche del prodotto finale possono essere adattate di conseguenza.

Queste proteine ​​vegetali simili alla carne sono ora pronte per essere trasformate in polpette, hamburger, pezzi di carne e altri prodotti.

La carne allevata in laboratorio riduce l’impatto ambientale

Conosciuta anche come “carne coltivata”, la carne coltivata in laboratorio adotta un approccio diverso nella creazione della carne. La carne coltivata in laboratorio utilizza campioni muscolari e cellule staminali di animali. Quindi, coltiva (cioè cresce) questo piccolo campione in una grande quantità di carne.

In sostanza, la carne coltivata in laboratorio offre ai commensali la scelta di mangiare carne vera. In questo modo, però, si azzera il senso di colpa di far morire un animale per il loro pasto, o sapere che l’ambiente ha sofferto a causa della loro preferenza culinaria.

Essendo carne animale, tuttavia, significa che la carne coltivata in laboratorio non è adatta a commensali che hanno motivi di salute o religiosi per non consumare carne. Inoltre, il costo della carne coltivata in laboratorio è attualmente incredibilmente alto, motivo per cui non vediamo (ancora) carne coltivata in laboratorio offerta nella maggior parte dei menu dei ristoranti o tra gli scaffali dei supermercati.

Il futuro della carne

Per parlare di un vero e proprio futuro per la carne, è necessario in primis parlare del futuro del nostro pianeta. Attualmente, quest’ultimo è messo a dura prova e potrebbe compromettere l’esistenza dell’intera umanità anche a causa delle nostre scelte alimentari.

Informarsi e scegliere alternative ai prodotti di origine animale è necessario non più solo per una questione etica, bensì per quella che riguarda l’impatto ambientale.

L’industria della carne e tutta la filiera delle produzioni alimentari di origine animale, ad oggi, sono tra le cause maggiori dell’impatto ambientale devastante che stiamo vivendo.

Cambiare le cose è un nostro dovere, cominciamo a farlo a tavola.

 

come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef