apple store

Carlotta Delicato un lungo viaggio di successi da Hells Kitchen a Barcellona

carlotta delicato vincitrice hells kitchen italia 2016

Carlotta Delicato è una chef ciociara di Cassino (FR) che, dopo una partecipazione televisiva ad Hells Kitchen, che l’ha vista trionfare nel 2016, ha cominciato la sua scalata di successo nel mondo dell’alta cucina fino all’attuale progetto a Barcellona.

Vi raccontiamo la sua storia molto interessante.

VINCITORE DI HELL’S KITCHEN ITALIA 2016

Tutto comincia con la vittoria della trasmissione televisiva Hells Kitchen nel 2016.

A quei tempi Carlotta era la proprietaria e chef del ristorante Venti2 Laboratorio di Cucina di Cassino, aperto dopo il diploma di maturità scientifica e la frequentazione con ottimi risultati dell’Accademia Italiana Chef.

Hell’s Kitchen Italia è un reality show culinario in onda dal 2014 su Sky One condotto dallo chef Carlo Cracco, basato sulla versione americana del programma in onda su Fox e condotto da Gordon Ramsay.

Caratteristica fondamentale del programma è la forte pressione psicologica a cui lo chef Cracco sottopone i suoi concorrenti; non esita infatti ad affrontarli sgridandoli, utilizzando anche insulti ed epiteti particolarmente offensivi per criticarli, rimproverarli e/o incoraggiarli a lavorare in modo più efficiente, nonché per cacciarli dalla cucina in caso di guasto del servizio.

La vittoria di Hells Kitchen da a Carlotta ancora più consapevolezza nei propri mezzi e le consente di diventare Chef de partie nel ristorante due stelle Michelin di Carlo Cracco.

Altre importanti consulenze in questo periodo successivo alla vittoria sono la supervisione ed il coordinamento di cuochi ed operai del ristorante una stella Michelin Le colline ciociare dello chef Salvatore Tassa e la consulenza nella fornitura di servizi in coordinamento con Food and Beverage Director ed Executive Chef del Marriott Venice Resort & SPA a Venezia.

Sempre al Marriot ha una partecipazione attiva nei vari ristoranti del Resort, prepara cene a quattro mani, Show Cooking, si occupa delle attività della Scuola di Cucina e della formazione interna del personale di cucina.

Con la sua bravura al Marriot, Carlotta si fa strada e diventa Head Chef ed aumentano quindi le responsabilità: coordina i menu, gli acquisti, il personale e la preparazione dei cibi per il ristorante.

Lavora con il team per migliorare la soddisfazione di ospiti e dipendenti mantenendo il budget operativo.
Controlla la qualità dei prodotti e assicurarsi che gli standard culinari, le responsabilità e i servizi igienico-sanitari siano rispettati con tutte le politiche, gli standard e le procedure di Food & Beverage.

Sviluppa, progetta o crea nuove applicazioni, idee e prodotti, inclusi contributi artistici per ristoranti.
Supervisiona le operazioni di turno della cucina del ristorante, coordina le attività dei cuochi e garantisce il rispetto, prepara e cucina cibi di ogni tipo, sia su base regolare che per ospiti o funzioni speciali.
Studia l’impatto del funzionamento della cucina sugli obiettivi e sugli obiettivi finanziari complessivi della proprietà e riesce a raggiungere o superare gli obiettivi preventivati.
Conosce e implementare gli standard di sicurezza aziendali e garantire un servizio clienti eccezionale.
Interagisce anche con gli ospiti per ottenere feedback sulla qualità del prodotto e sui livelli di servizio, gestire i problemi e i reclami degli ospiti.
Sviluppa e forma il team per migliorare i risultati, stabilendo e mantenendo gli obiettivi della cucina del ristorante: prestazioni, budget e obiettivi del team.

Supporta il funzionamento e l’organizzazione di banchetti e colazioni.

Il suo lavoro porta ad un miglioramento GSS e qualità alimentare YTD  di + 6,7 %, + 0,8 % rispetto all’Obiettivo annuale.

Si parte per il Costarica per una nuova avventura

A questo punto Carlotta in vena di nuove sfide decide di partire per il  Costarica per l’apertura di un nuovo resort extra lusso della catena W Hotels chiamato W Costarica.

Decide quindi di lasciare Venezia ed imbarcarsi in questa nuova avventura sudamericana in qualità di Executive Chef.

In Costarica è stata responsabile dello sviluppo e delle operazioni culinarie del ristorante, applicando una conoscenza approfondita delle arti culinarie, i controlli delle porzioni, la formazione del personale, l’igiene e la sicurezza degli alimenti .

Esibisce i propri talenti culinari svolgendo personalmente le attività mentre assiste nella guida del personale e nella gestione di tutte le funzioni relative al cibo.

Assiste nella supervisione di tutte le aree della cucina per garantire che venga prodotto un prodotto coerente e di alta qualità. E’ responsabile della guida e dello sviluppo del personale, compresi i rapporti diretti.

Guida il team di gestione della cucina. Fornisce indicazioni per tutte le operazioni quotidiane.

Fornisce guida e direzione ai subordinati, inclusa la definizione di standard di prestazione e il monitoraggio delle prestazioni.

Determina come deve essere presentato il cibo e creare display decorativi per il cibo.

Segue la corretta manipolazione e la giusta temperatura di tutti i prodotti alimentari. Mantiene gli standard di acquisto, ricezione e conservazione degli alimenti.

Migliora il servizio comunicando e aiutando le persone a comprendere le esigenze degli ospiti, fornendo indicazioni, feedback e coaching individuale quando necessario.

Gestisce le operazioni quotidiane, garantendo la qualità, gli standard e soddisfacendo le aspettative dei clienti. Interagisce con gli ospiti per ottenere feedback, rispondere e gestire i problemi e i reclami degli ospiti.

Supervisiona l’ordine, lo stoccaggio, l’inventario e il controllo delle perdite di cibo e forniture per la cucina.

Osserva i comportamenti di servizio dei dipendenti e fornisce feedback agli individui e/o al supervisore.

Fornisce informazioni a team esecutivi, manager e supervisori, colleghi e subordinati.

Analizza le informazioni e valuta i risultati per scegliere la soluzione migliore e risolvere i problemi.

Dal Costarica ad oggi alla Vela di Barcellona

Il Costarica per Carlotta è stata solo un punto di passaggio, perché i suoi successi le hanno fatto avere tantissime altre proposte di lavoro e dopo Doha ed Amsterdam è finalmente approdata a maggio del 2019 nell’hotel più importante della Spagna, il W Barcellona.

Il suo percorso comincia prima come sous chef e tra le sue varie attività supervisiona e coordina le attività dei cuochi e dei lavoratori impegnati nella preparazione dei cibi e partecipa al processo di budgeting per le aree di responsabilità.

Monitora inoltre la qualità dei prodotti alimentari crudi e cotti per garantire il rispetto degli standard.

Adesso Carlotta è diventata Executive Chef del nuovo ristorante Fire del W Barcellona, un ristorante prestigioso da 130 coperti in cui è responsabile dello sviluppo e delle operazioni culinarie del ristorante, applicando una conoscenza approfondita delle arti culinarie, dei controlli delle porzioni, della formazione del personale, dell’igiene e della sicurezza degli alimenti.

Il ristorante di Carlotta leggendo le recensioni è sicuramente il miglior ristorante italiano di Barcellona.

Tra le sue attività identifica i bisogni di sviluppo degli altri e istruisce, guida o aiuta in altro modo gli altri a migliorare le proprie conoscenze o abilità mostrando nuove tecniche di cottura e attrezzature al personale.

Forma gli addetti alla cucina sui fondamenti della buona cucina e dell’eccellente presentazione dei piatti e sulla conoscenza del cibo e sulla composizione del menu.

La storia di Carlotta è stata un crescendo continuo e siamo certi che non si fermerà qui.

Fin da quando ha cominciato è sempre stata un testimonial del Real Food che è una nuova scuola di pensiero in cucina che si concentra su prodotti alimentari che sono stati minimamente lavorati o in modo tale da non diminuirne la qualità o sminuirne le proprietà.

Questo movimento, di moda in tutto il mondo, difende il diritto a un’alimentazione sana e rispettosa dell’ambiente e Carlotta ne è una grande interprete e protagonista.

Del resto lo dice anche il suo hashtag preferito, nella sua cucina ci sono solo #piatticheraccontanopoesie


Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

la-cottura-sottovuoto-cinque-gusti

La cottura sottovuoto

La cottura sottovuoto è una tecnica più recente, che ha cominciato a spopolare circa nel 2016 e ha affascinato gli chef di tutto il mondo.

cheese bra fiera del formaggio bra settembre 2021

Cheese Bra la fiera del formaggio 2021

Che cos’è Cheese? Cheese è una manifestazione enogastronomica gratuita di Slow Food e Città di Brà patrocinata dalla Regione Piemonte ed il sostegno del Ministero

federico-belluco-ristorante-makore-BootcampHoreca-Work-Forum-2021

Bootcamp&Horeca Work Forum 2021

Lo chef del Ristorante Makorè, Federico Belluco rappresenterà il Piemonte al Bootcamp&Horeca Work Forum 2021   Lunedì 13 e martedì 14 settembre, ad Assisi, il

come-scongelare-correttamente-il-cibo-cinque-gusti

Come scongelare correttamente il cibo

Esistono delle dritte per scongelare correttamente il cibo? C’è chi improvvisa e chi preferisce seguire le giuste metodologie in cucina. Io sono favorevole alla seconda

minipimer frullati

Minipimer a cosa serve

Il minipimer è un frullatore a immersione: si tratta di uno strumento molto pratico e versatile, utilizzato in cucina per diverse preparazioni anche in merito alla presenza di vari accessori. É molto semplice da usare, occupa uno spazio minimo e può offrire prestazioni eccellenti, oltre alla possibilità di effettuare numerose lavorazioni. Vediamo quali sono i migliori.

spaghetti-vs-noodles-cinque-gusti

Spaghetti vs Noodles

Spaghetti vs Noodles, Oriente vs Occidente. Quali sono le differenze? La verità è che comunque sia, la pasta lunga piace proprio in tutto il mondo.

cuzzetiello-napoletano-cinque-gusti

Il Cuzzetiello Napoletano

Il Cuzzetiello napoletano è una delle merende più semplici e gustose della cucina tradizionale napoletana. Per essere perfetto, è necessario utilizzare il miglior pane cafone

GRAMSCI TORINO

Il Gramsci Torino si veste di nuovo

È una veste completamente nuova quella de Il Gramsci, storico locale di Torino che ha rinnovato l’immagine e l’aspetto grazie alla ristrutturazione voluta dalla nuova