logo cinque gusti

Bruno Barbieri storia di uno chef sempre all’avanguardia.

bruno barbieri chef stellato italiano

Bruno Barbieri è un famoso cuoco italiano e molto conosciuto anche nel resto del mondo.

Il nostro rinomato Chef Italiano è della classe 1962 ed è nativo di Medicina, una piccola cittadina della provincia di Bologna.

Bruno Barbieri deciderà però di non fermarsi nella sua città e così che lo troveremo, nel corso degli anni, in giro per il mondo tra Spagna, Libano, Brasile e Turchia.

Diversi sono gli studi inerenti la cucina così che Barbieri deciderà di portare la sua cucina oltre la nazione italiana.

La sua mission è sempre stata fin dall’inizio quella di far incontrare i sapori e la cultura della sua terra con le altre culture europee ed extra europee.

La cucina di Barbieri diventerà, infatti, un punto di incontro tra la Nazione Italiana e le nazioni dei paesi europei, del continente americano e del continente asiatico.

Origini e passione biografia di Bruno Barbieri

Da come abbiamo già anticipato, Bruno Barbieri nasce a Medicina negli anni 60.
Un po’ come capita in diverse famiglie, lui crescerà con i nonni. Il padre viveva e lavorava in Spagna e la mamma lavorava e viveva a Bologna.

Nonostante ciò, grazie al legame che ha con la sua terra, i suoi profumi inebrianti, le varie stagioni ed il ritmo che attraversava Medicina, nel suo cuore nasce, sin da subito, la passione per i fornelli e la prima ad accorgersi di questa sua forte propensione è stata proprio la nonna.

Bruno Barbieri, vivendo in questo piccolo paesino in provincia di Bologna, Medicina, ha la possibilità di conoscere ed approfondire ogni tipo di alimento molto da vicino e tutto questo lo aiuterà, sempre di più, ad alimentare questa sua attitudine per la cucina.

Generalmente pane, latte, carne e qualsiasi altro tipo di alimento che viene acquistato, in quegli anni, anni sessanta – anni settanta, nella famiglia dove lui è cresciuto, non compravano nessun tipo di questi cibi.

Non venivano acquistati semplicemente perché tutto ciò che desideravano mangiare, veniva realizzato e prodotto direttamente in casa.
Gli alimenti che venivano prodotti erano: carne, formaggi, latte, pane, conserve, insomma tutto ciò che possiamo mangiare e che regolarmente acquistiamo presso i negozi alimentari specifici.

Un tesoro da custodire per Bruno

La nonna di Bruno Barbieri, la nonna Mimì, grazie alla sua saggezza e maturità di donna forte e donna determinata, seppe intravedere e capire, sin da subito, che il nipote era fortemente appassionato del mondo culinario e che sarebbe stato in grado di diventare, molto presto, un cuoco altamente ricercato nel mercato dei fornelli.
Come si può ben dire, era stata lungimirante sul destino del nostro chef Barbieri!

La nonna di Bruno Barbieri ha insegnato davvero tanto al nipote, lei stessa era dotata di una forza ineluttabile, si occupava di qualsiasi cosa in casa e fuori casa e grazie al suo bagaglio di conoscenza, tradizione e passione che è riuscita a trasmettere tutto questo anche a Bruno Barbieri, il quale ancora oggi la porta dentro di se come un tesoro sempre da custodire.

Gli esordi di Barbieri: da geometra a cuoco

Il più delle volte siamo soliti pensare che personaggi famosi e così importanti siano stati davvero delle punte di diamante nei banchi di scuola.

Eppure Bruno ci insegna che in realtà sono le passioni a portarti dove il tuo cuore desidera andare.

Infatti lo stesso Chef Bruno Barbieri ci conferma che a scuola non andava poi tanto bene, ha provato ad iscriversi ed a frequentare una scuola per diventare geometra, ma si accorse che non era proprio ciò che lui desiderava fare nel suo futuro.
Amava giocare a pallone, un’altra sua passione, ma il suo amore per i fornelli era il più forte di tutti così da indurlo a cambiare scuola e ad iscriversi presso un istituto alberghiero.

Nel 1979 Barbieri consegue il Diploma di Stato all’istituto alberghiero di Bologna ed inizia subito a lavorare presso il ristorante in Milano Marittima :”Zi Teresa“, ristorante storico del panorama milanese.

Aveva solo diciassette anni quando inizia a lavorare in questo ristorante: Barbieri ricorda ancora i turni estenuanti e che si lavorava tantissimo, ma mai Bruno si è lamentato di tutto questo!

Anzi, andava fiero del suo impegno e dei suoi sacrifici, proprio perché la sua famiglia gli ha sempre insegnato, sin da piccolo, che nella vita bisognava rimboccarsi le maniche e faticare per ottenere quello che si desiderava.

Milano: il trampolino di lancio dello Chef Barbieri

Dopo la sua esperienza nel ristorante famoso e storico di Milano “Zi Teresa”, Bruno Barbieri inizierà a maturare l’idea di dover lasciare anche Milano e di intraprendere il suo viaggio verso il mondo.

Piccolo, ma già con idee molto grandi e chiare! Decide così di far “partire” la sua carriera nel mondo salpando con una nave da crociera che lo porterà vs il Continente Americano.
Si imbarcherà, infatti, alla fine dell’anno 1979, su una nave da crociera come terzo cuoco.

Il lavorare tanto non ha mai spaventato Bruno Barbieri e la sua voglia di conoscenza lo ha spinto sempre ad osservare il mondo con occhi curiosi.

Lavorare su una nave da crociera richiederà allo Chef Barbieri sempre tante forze, infatti anche qui si lavora davvero tanto, ma Bruno guarderà questo viaggio come una vera e propria duplice occasione. Infatti, avrà allo stesso tempo, la possibilità di visitare, in un anno e mezzo di lavoro, l’America Latina, i Caraibi e gli Stati Uniti.

Questa fu per Bruno Barbieri una prima e fondamentale esperienza, conoscerà qui per la prima volta, nuove culture, nuovi sapori e nuove materie prime mai incontrati fino a quel momento.

Dal sogno alla realtà: i viaggi come strumento di conoscenza

La caparbietà, la determinazione ed il desiderio di voler conoscere ogni sapore del mondo farà di Bruno Barbieri uno Chef dalle Stelle Michelin meno del previsto.

Dopo la sua prima esperienza in America, Bruno Barbieri è sempre più desideroso di continuare il suo percorso in giro per il mondo, un tour enogastronomico che darà avvio alla sua carriera.

Non ci sarà un solo viaggio che Bruno Barbieri guarderà solo come viaggio di piacere: è per lui ogni volta un’occasione per poter conoscere ed imparare nuovi sapori e nuove materie prime.

Oltre ad essere qualificato come Chef, a Barbieri piace pensare di essere un vero e proprio esploratore del gusto.

Il segreto di Barbieri: tra viaggio e sapori

Ad ogni viaggio Barbieri porterà nei suoi piatti la storia dei posti che visita, motivo per il quale le sue ricette sono una vera e propria esplosione di novità e di gusto!
Ogni volta che si trova in un posto nuovo Barbieri se ne va in giro per mercati, parla con la gente per conoscere la loro cultura, studia la storia di ogni prodotto nuovo ed è proprio la sua forte curiosità che non fa mai stancare Bruno Barbieri al proporre pietanze del tutto nuove e gustose .

Piovono Stelle Michelin nella carriera di Barbieri

Dopo la sua meravigliosa e straordinaria esperienza in giro per il continente americano, Bruno Barbieri farà ritorno in Italia.

Una volta rientrato nel suo Paese di origine inizierà la sua carriera da Chef.

Grazie ai suoi viaggi intrapresi fino a questo momento, Bruno ha ampliato tantissimo il suo bagaglio di conoscenza di materie prime, sapori e cultura che avrà modo di sperimentarle nelle sue ricette.

Inizierà a lavorare in Italia presso la “Locanda Solarola” situata a Castelguelfo a Bologna.

Nasce il primo ristorante di Barbieri

Poco dopo, nel 1983 ad Argenta, in provincia di Ferrara, Bruno Barbieri aprirà il suo primo ristorante: il Trigabolo.

Sarà da subito un ristorante innovativo, dalle ricette rivoluzionarie e soprattutto all’avanguardia.

Barbieri con il suo primo ristorante, infatti, avrà modo di cambiare la cultura della cucina italiana.

Si avvallerà di un team di esperti della cucina, dal maestro Igles Corelli ad una squadra di talenti provenienti da ogni parte dell’Italia.

Tutti critici ed appassionati verso il “nuovo gusto”, assaggiavano pietanze dagli abbinamenti innovativi come ad esempio:

    • Budini di cipolla al fegato grasso
    • Piccioni al forno al cacao e broccoletti
    • Germano ripieno al pesce gatto in salsa di caffè al mandarino

Un ristorante tanti ristoratori

Non solo Bruno Barbieri, ma anche altri ristoratori, i più famosi, sono passati per Trigabolo.

Chef quali Gualtiero Marchesi, Giorgio Pinchiorri, Charlie Trotter, Ferrand Adrià.

Tutti legati ad un solo desiderio: rivoluzionare la cucina italiana. Erano giovani e come ogni giovane sognano in grande, ma ci credono a tal punto di riuscirci.

Negli anni ’90 apre un altro ristorante denominato “La Grotta di Brisighella” nel ravennate e successivamente a Volpicella, sito in San Pietro Cariano, in provincia di Verona apre il ristorante “Arqaude” all’interno dell’Hotel Villa Del Quar Relais & Châteaux.

Durante i suoi 40 anni di ristoratore e chef Bruno Barbieri guadagna ben 7 Stelle Michelin, l’unico Chef ad aver guadagnato così tante stelle in Italia.

Barbieri diventa personaggio televisivo famoso Prosegue la sua carriera partecipando a Masterchef Italia come giudice per ben sette anni.

Grazie a questa nuova esperienza Barbieri capirà di essere molto portato all’insegnamento e tutto ciò rende questo momento importante nel suo percorso di carriera.
Ed è per questo che nasce un nuovo progetto, raccontare la storia gastronomica italiana.

Bruno Barbieri, ormai noto chef stellato, avverte l’esigenza di far conoscere al pubblico la ricchezza dei prodotti che l’Italia offre.

Ricette e libri di Bruno Barbieri

Non mancano, nella carriera di Bruno Barbieri la redazione di ben dodici libri di ricette ed un sito personale dedicato a ricette, videocorsi, a lezioni di cucina e ad un magazine sempre aggiornato del mondo culinario.
Tutto ciò che c’è da sapere del mondo culinario a portata di mano!
Ti basterà un semplice click per scoprire i segreti degli olii aromatizzati, come cucinare i tartufi di mare, come cucinare una buonissima zuppa inglese o la crema inglese.
Quarant’anni di esperienza in un piatto, in un libro, in un click!
Consigliamo di visitare il suo sito www.brunobarbieri.blog
Ogni segreto della cucina di Barbieri ti sarà svelato nei suoi ingredienti e nei suoi procedimenti per portare in tavola gustose e rivoluzionarie pietanze del tutto uniche e ricercate!
Barbieri spiega, nelle sue ricette, in un modo facile e comprensibile a tutti, come poter realizzare dei piatti buonissimi.
Sia che tu abbia degli ospiti a casa, sia che tu voglia cucinare per il tuo partner o la tua partner, prova una delle sue ricette e vedrai che sarà fortemente apprezzato il piatto che deciderai di portare in tavola.

Bruno Barbieri è sempre disponibile a valutare anche nuove collaborazioni: sul suo sito infatti si può compilare il modulo dei contatti ed aspettare di essere poi contattati dall’ufficio stampa.

come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef