fbpx

Antonino Cannavacciuolo: chef verace

Antonino-Cannavacciuolo-chef-verace

Lo chef stellato Antonino Cannavacciuolo è ormai un emblema della cucina mediterranea per noi italiani. Divenuto molto famoso grazie alla sua partecipazione a molteplici programmi tv gastronomici, ha conquistato i nostri cuori grazie alla sua spontaneità e simpatia.

 

“Ho capito che per fare bene devo solo essere me stesso, portando davanti allo schermo il mio carattere e la mia cucina.”

 

Probabilmente, tutta la fama accumulata grazie alla televisione, può far passare in secondo piano il suo talento per la cucina e la sua bellissima storia. Ecco perché, oggi vogliamo dedicare allo chef Cannavacciuolo un articolo che abbia il sapore della genuinità e che racconti una cucina vera, fatta di valori e tradizioni. E che racconti un uomo  che di queste tradizioni ha saputo farsi promotore con umiltà e passione.

 

La cucina di Antonino Cannavacciuolo

 

Una delle cose che rendono lo chef Cannavacciuolo così vero e sincero agli occhi di chi questi valori sa riconoscerli, è l’affetto per la sua terra: la Campania. Nella sua cucina non possono mancare i limoni.

 

“Nella tradizione campana il limone è tutto: un aroma, un dessert, un medicinale e un rinfrescante.”

 

La Campania è terra di agrumi e Cannavacciuolo trova sempre il modo migliore per impreziosire i suoi piatti con i limoni. Inoltre, nella sua cucina cerca sempre di integrare molti dei sapori della sua terra di origine. Senza mai tradire la tradizione, strizza l’occhio all’innovazione che non guasta mai e rende la cucina stellata così unica e ricercata.

 

“Bisogna avere, passatemi il termine, la sfrontatezza di sperimentare nuovi sapori, anche se si rischia di passare pe’ pazz’!”

 

 

I primi passi in cucina

 

Alfonso Cannavacciuolo comincia a cucinare con sua nonna, quand’era ancora bambino. Alcuni dei piatti che lei stessa gli ha insegnato a preparare, sono oggi ancora presenti nel suo menù.

 

“Ora che vivo con la mia famiglia sul lago d’Orta, riesco comunque a sentire il profumo dei limoni, quello del ragù di mia nonna, del pesce appena pescato.”

 

Nonostante l’iniziale disaccordo di suo padre, si iscrive alla scuola alberghiera per cominciare la sua formazione professionale nella gastronomia. Il resto è storia.

 

“Le Stelle Michelin sono un riconoscimento al sacrificio.”

 

Lo chef ammette che all’inizio della sua carriera nemmeno sapeva cosa fosse la Guida Michelin, Poi è arrivato al punto di guadagnarne ben 4 di Stelle Michelin. Ma questi sono solo alcuni dei prestigiosi riconoscimenti accumulati negli anni di carriera grazie a tantissime ore di lavoro e rinunce che sono state ben ripagate.

Alla fortuna non crede, è convinto che influenzi solo in piccola parte la vita delle persone. Perché le vere ricompense arrivano con il duro lavoro.

 

I sapori irrinunciabili

 

“Ci sono sapori e profumi che fanno parte della vita di ognuno di noi. Sono quelli che ci portiamo dietro dappertutto, che ci aspettano quando torniamo a casa, anzi, che ci fanno sembrare casa anche posti che non lo sono.”

 

Ed è proprio con la stessa voglia di tener vivo il ricordo e la presenza delle sue origini anche da lontano, che Antonino Cannavacciuolo porta quotidianamente in cucina e sulle tavole dei suoi commensali, i sapori dell’infanzia e dell’adolescenza antecedenti alla realizzazione del sogno.

È un modo per sentirsi sempre a casa anche quando non ci si può tornare. È l’occasione che ha dato a sé stesso per mantenere vivo il ricordo delle sue radici e focalizzarsi nella massima espressione della sua identità.

Uno dei suoi ingredienti preferiti, oltre al limone, è il pomodoro:

“Anche se parla americano, il pomodoro
 è il re della cucina italiana. Il colore e il profumo parlano di caldo, di terra buona.”

 

 

I valori che danno sapore ai piatti

 

Ciò che rende la cucina di Antonino Cannavacciuolo così speciale e apprezzata, è la passione e l’autenticità che sprigiona ogni suo piatto.

La sua è una cucina dai grandi valori, in cui è possibile assaggiare e gustare ad ogni morso ciò in cui egli crede.

Famiglia, autenticità, rispetto, impegno, coraggio sono i primi ingredienti indispensabili della cucina dello chef stellato Cannavacciuolo. Senza di questi, nessun piatto avrebbe lo stesso sapore.

Quando hai la fortuna di assaporare le creazioni dello chef Cannavacciuolo, ti riempi lo stomaco ma t’affami di vita. Perché i suoi piatti parlano: parlano d’amore e di sogni. E di questi non si è mai abbastanza sazi.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

Guida Michelin

Michelin:la guida

 Michelin la storia della guida E’ stupefacente sapere che la guida Michelin nasce dalla vendita di pneumatici dall’azienda francese la cui mission è la produzione

Bevande estive: la cedrata

L’estate è quasi alle porte e ciò significa ritrovarsi più spesso in compagnia e aver voglia di rinfrescarsi; e quale bevanda migliore se non la

vino-cotto-

Vino Cotto

Il vino cotto, tradizione e storia di una ricetta   Mai sentito parlare del vino cotto? Si tratta di un prodotto della tradizione contadina tipico

Cibi del mondo: il sushi

Il sushi è uno dei piatti principali e caratteristici della cucina giapponese; apprezzato da molti e soggetto di interesse per altre popolazioni, il sushi si

storia del pan di spagna

Il Pan di Spagna storia

Il pan di Spagna, storia e ricetta   È una delle otto preparazioni base della pasticceria: parliamo del pan di spagna. Una base soffice e

Salse dal mondo: la senape

La senape è una salsa che spesso accompagna piatti di carne cotta o cruda, ma anche contorni come patate o verdure bollite e raffreddate; può

farfalle con ragu di carne

Ragù tutti i pezzi

Ragù i pezzi di carne utilizzati e la sua storia Immancabile piatto unico della domenica, con il sugo che condimento della pasta e la carne

torta di compleanno fatta in casa

Torte di compleanno fatte in casa

Torta di compleanno fatta in casa: idee Tanti trucchi e idee diverse per la preparazione di una torta di compleanno fatta in casa.  Festeggiare il

La frutta secca

La frutta secca è uno dei cibi più apprezzati, specialmente durante le feste al seguito dei lunghi pranzi e cene che riempiono tavole intere; ma

minipimer frullati

Minipimer a cosa serve

Minipimer cos’è e cosa serve Il minipimer è uno strumento molto usato in cucina per vari scopi e semplicissimo da utilizzare. Si tratta di un

La caramellizzazione

La caramellizzazione è un esempio importante di come il calore sia fondamentale in ambito culinario: per cuocere la carne, riscaldare cibo, preparare la pasta; ma

il-pesce-spada

Il pesce spada

Il pesce spada dove si pesca, come si cucina e quando  Il pesce spada è un pesce di mare di grossa taglia dalla carne rosata.

fermentino

Vermentino, tipologia di vino

Vermentino, storia e zona di produzione Il Vermentino è un vitigno che negli ultimi anni ha visto una progressiva espansione della sua coltivazione in Italia

Hummus e porridge

L’hummus e il porridge sono pietanze già conosciute e cucinate da tempo, ma hanno avuto un boom particolare specialmente negli ultimi due anni. Si tratta

uova-proprietà

Le uova come cucinarle!

Uova che passione tipologie diverse tempi di cottura Le uova sono un alimento base o ingrediente in numerose pietanze preparate in tutto il mondo. Senza

slow-food-marchio

Slow Food, la storia

Storia dello Slow Food  Cos’è Slow Food?  Slow Food è un movimento internazionale che promuove il giusto valore del cibo, associato alle tradizioni e al

logo cingue gusti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

* indicates required

Autorizzo Micropedia ad inviarmi newsletter che riguardano il food magazine ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Puoi cancellarti in qualunque momento cliccando il link nel footer delle tue email che riceverai alla casella di posta indicata sul form. Per informazioni sulla nostra privacy policy visita cinquegusti.com

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.