Il pesce spada

il-pesce-spada

Il pesce spada dove si pesca, come si cucina e quando 

Il pesce spada è un pesce di mare di grossa taglia dalla carne rosata. Questo pesce quando viene cucinato diventa un piatto raffinato che può essere servito in tanti modi come antipasto, primo o secondo e soddisfa anche i palati più esigenti.

È un pesce della famiglia Xiphiidae. Prodotto tra i più conosciuti e costosi, si caratterizza per le carni magre e la presenza al suo interno di acidi grassi essenziali. Aspetto che lo rende utilizzabile in parecchie diete, anche perché ha poco colesterolo. Inoltre presenta alte quantità di fosforo, selenio e potassio. In questo articolo scopriremo dove si pesca, come si cucina e quando. Anticipiamo già che la stagione che sta per arrivare, si sposa ottimamente con questo pesce. Inoltre, vogliamo fornire qualche ricetta e consiglio per prepararlo al meglio. 

Dove si pesca il pesce spada?

Il pesce spada è un pesce pelagico e vive in mare aperto con frequenti migrazioni.  Si avvicina talvolta alle coste. Vive in acque superficiale ma può scendere fino a 800 metri. È diffuso nelle acque temperate e tropicali di tutti gli oceani, nel mare di Marmara e mar d’Azov. Si trova e si pesca comunemente nel Mediterraneo e nel Mar Nero. In territorio italiano, si riscontra principalmente nel sud Italia, in Sicilia e nello Stretto di Messina. Per pescarlo, viene utilizzata la tradizionale tecnica con l’arpione, praticata fin al I secolo A.C. Negli ultimi anni, sta diventando una specie a rischio. Tanto che in nazioni come gli Stati Uniti è stata proibita la sua pesca. Ma come si può cucinare il pesce spada? Di seguito faremo un quadro esaustivo. 

Come si cucina il pesce spada e quando?

Ci sono tanti modi per cucinare il pesce spada. Esiste la cottura a vapore, al forno, al cartoccio, alla griglia, in umido. Ora vedremo una per volta questa modalità di preparazione, tenendo conto che sono presenti tante altre . 

La cottura a vapore è certamente l’opzione più semplice e va di moda nel periodo estivo. Il pesce spada, preferibilmente fresco, va messo in una vaporiera da porre in pentola con acqua bollente. Questo dopo aver fatto bollire sedano, cipolla, alloro e scorza di limone in acqua. Olio, pepe e origano completano la ricetta. Tempo di cottura: 20 minuti.

Il pesce spada al forno non ha limiti temporali, va bene per ogni stagione. Per la marinatura serviranno: aglio, erba cipollina, scorza di limone, vino bianco ed olio. Lo spada verrà messo su una teglia da forno e lasciato insaporire per 10 minuti con la marinatura. Va cotto in forno per 15 minuti a 180 gradi. Poi prima di servirlo, andrà salato.

La cottura alla griglia è l’ideale per chi ha la brace in giardino e vuole fare una serata tra amici. Aspettando che la brace si scaldi, si può realizzare una buona salsa di accompagnamento per il pesce spada. In seguito, a brace pronta, i tranci di spada vanno disposti su di essa e girati almeno una volta. A fine cottura, un pizzico di prezzemolo tritato può essere aggiunto. Così come la salsa e un contorno dal gusto delicato. 

Altri modi per cucinare il pesce spada

Cucinare il pesce spada in umido, garantisce un sapore tenero ed è in linea con la sapiente cucina mediterranea del periodo caldo. Infatti, è molto nota la ricetta alla siciliana. In questa preparazione troveremo cipolle di Tropea sfumate con vino bianco, pomodori pachino, olive verdi, capperi, timo e peperoncino. Questi ingredienti verranno cotti a fuoco medio per 10 minuti per poi aggiungere i filetti pesce spada per 3 minuti a lato. 

Molto sfizioso è il pesce spada al cartoccio. Prima di tutto, i tranci di pesce vanno conditi con aglio, prezzemolo, tritato, limone, menta, sale, pepe e olio. In un secondo momento, andranno bagnati con vino bianco e messi in teglia su un foglio di carta da forno con pomodorini, olive nere e qualche aroma. Rimarranno in forno per 40 minuti a 180 gradi. Prima di servirli, andranno fatti riposare e tolti dal cartoccio. Ci si può sbizzarrire con il contorno ma le patate vanno sempre più che bene.

Il pesce alla ghiotta, cucinato nelle province di Reggio Calabria e Messina, è tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Calabria (PAT). Riprende la ricetta alla siciliana, con l’aggiunta di abbondante olio in cottura.

Una particolare ricetta è parte della cucina tradizionale giapponese. Si tratta del pesce spada teriyaki. In questa variante serviranno come ingredienti: Sakè, mirin (sakè più dolce), menta, salsa di soia, porri e olio di semi. La cottura è al forno o alla griglia. 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

diana gourmet alassio

Il Diana Gourmet di Alassio

Il Diana Gourmet è il ristorante gastronomico dell’albergo Diana Grand Hotel. La firma del menu è quella dello chef Ivano Ricchebono, 1 stella Michelin, il

Cibo e ansia – nemici e amici

Il cibo e l’ansia sono strettamene correlati e il loro rapporto, in base a come decidiamo di gestirlo, può giovare al nostro organismo e alla

tutte le sfumature del vin brûlé

Vin Brulè

Vin Brulè che cosa è, dove si assaggia, come si fa? In inverno durante quelle giornate fredde e ventose in cui l’unico desiderio è riscaldarsi con

gambero rosso la storia

Gambero Rosso, la guida e la storia

Gambero rosso, come nasce la guida? Gambero Rosso S.p.a. è una casa editrice specializzata in enogastronomia, fondata il 16 dicembre 1986 dal giornalista Stefano Bonilli, come supplemento

dettaglio cibo fritto

Ricette friggitrice ad aria

  La friggitrice ad aria, o airfryer, è un’alternativa più salutare alla classica friggitrice e permette di usare poco olio, ottenendo cotture al forno, grigliate,

Il cibo che fa bene alla pelle

Il cibo non è solo quello che crediamo. Un solo chicco di caffè può condizionare il nostro umore, favorire determinate patologie o – al contrario

le botti in cantina

Le fasi del metodo classico

Il metodo classico, detto anche metodo tradizionale o metodo champenoise, è un sistema di spumantizzazione caratterizzato dal principio della rifermentazione in bottiglia. È un procedimento

Aglio – il miglior amico della memoria

L’aglio è un alimento immancabile nella cucina di ogni italiano, utilizzato in praticamente ogni ricetta, è il miglior amico dell’organismo per tantissimi fattori. Una delle

distese di vino chianti

Vino Chianti, zona di produzione

Vino Chianti, zona di produzione e storia L’origine del nome Chianti non è certa. Secondo alcune versioni potrebbe derivare dal termine latino clangor, ovvero rumore,