logo cinque gusti

Direttore Marco Ilardi

Gli effetti benefici del tartufo sulla salute

effetti benefici del tartufo cinque gusti food magazine

Tutti pazzi per il… tartufo!

Il tartufo è una delizia culinaria rara e deliziosa, molto ricercata in tutto il mondo. I tartufi possono anche essere alcuni degli alimenti più costosi al mondo, con un costo di centinaia o addirittura migliaia di dollari al chilogrammo.

Sostanzialmente, si tratta di funghi sotterranei, molti dei quali sono estremamente preziosi per il loro potente sapore e le loro applicazioni culinarie. Anche se non a tutti piacciono i funghi, i tartufi hanno un gusto unico e delizioso e sono particolarmente ben rappresentati nella cucina francese. La maggior parte delle varietà di tartufo forma una relazione simbiotica con alcuni tipi di alberi, che vanno dalla quercia e dal nocciolo al pecan e al faggio.

Il costo del tartufo è molto alto perché sono difficili da coltivare. Spesso, per fiutare i tartufi sottoterra, devono essere usati cani o maiali appositamente addestrati. Secondo uno studio condotto in Italia da Antonietta Mello et al., anche la stagione di crescita di questi funghi è relativamente breve – dura solo 3-4 mesi – il che potrebbe spiegare il prezzo elevato. Alcuni dei vari tipi di tartufo includono tartufi neri, tartufi all’aglio , tartufi estivi e tartufi bianchi, l’ultimo dei quali è il più pregiato e costoso di tutti.

I benefici del tartufo per la salute

Ci possono essere vari benefici per la salute associati al consumo di tartufi, tra cui il controllo dei valori del colesterolo nel sangue. Inoltre può:

  • Ridurre lo stress ossidativo
  • Rallentare il processo di invecchiamento
  • Essere utilizzato per proteggere il fegato dai danni
  • Avere un potenziale antitumorale
  • Ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari
  • Aiutare il sistema immunitario con proprietà antimicrobiche
  • Essere un’alternativa sana alla carne per chi non consuma proteine animali
  • Fornire sollievo dal tracoma e da altre infezioni oculari

Ultimamente i tartufi hanno guadagnato un’attenzione diffusa nel mondo culinario, diventando uno dei preferiti tra chef e amanti del cibo.

Da non confondere con gli omonimi dolcetti, i tartufi sono un tipo di fungo che cresce vicino alle radici di alcuni alberi.

Ne esistono molti tipi diversi, come il tartufo nero, il tartufo bianco, il tartufo estivo e il tartufo all’aglio, ciascuno di essi con piccole differenze di sapore, aspetto e prezzo.

Oltre al loro sapore forte e all’aroma pungente, i tartufi sono anche altamente nutrienti e sono stati collegati a una serie di potenti effetti sulla salute.

Questo li rende non solo molto affascinanti in cucina, bensì anche estremamente utili!

Ecco alcuni sorprendenti benefici del tartufo:

Ricco di nutrienti importanti

I tartufi vantano un impressionante profilo nutrizionale e sono ricchi di molte importanti vitamine e minerali.

Sono infatti ricchi di carboidrati, proteine ​​e fibre e contengono sia acidi grassi saturi che insaturi, oltre a micronutrienti, come vitamina C, fosforo, sodio, calcio, magnesio, manganese e ferro.

La ricerca indica anche che i tartufi possono essere una fonte completa di proteine, fornendo tutti e nove gli aminoacidi essenziali di cui il tuo corpo ha bisogno.

Tieni presente che il profilo nutrizionale può variare tra le specie. Ad esempio, gli studi dimostrano che i tartufi bianchi del deserto sono più ricchi di proteine, grassi e fibre rispetto ad altri tipi, come le specie del deserto nero.

Ad alto contenuto di antiossidanti

I tartufi sono una grande fonte di antiossidanti, composti che aiutano a combattere i radicali liberi e prevenire il danno ossidativo alle cellule.

Gli studi dimostrano che gli antiossidanti sono importanti per molti aspetti della tua salute e possono anche essere collegati a un minor rischio di malattie croniche, come cancro, malattie cardiache e diabete.

Sebbene le quantità esatte possano variare tra le diverse specie, è stato dimostrato che i tartufi contengono antiossidanti come la vitamina C, il licopene, l’acido gallico e l’acido omogentisico.

Proprietà antibatteriche

Oltre al loro straordinario profilo nutritivo, i tartufi possono anche avere proprietà antimicrobiche che possono aiutare a ridurre la crescita di specifici ceppi di batteri.

Uno studio in provetta ha dimostrato che l’estratto di tartufo del deserto ha inibito la crescita dello Staphylococcus aureus fino al 66%. Questo batterio può causare una vasta gamma di malattie negli esseri umani.

Allo stesso modo, un altro studio in provetta ha osservato che l’estratto della stessa varietà ha diminuito la crescita di Pseudomonas aeruginosa , un ceppo di batteri che è spesso altamente resistente agli antibiotici .

Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per misurare gli effetti antibatterici di altri tipi di tartufo e in quantità tipicamente consumate.

Inoltre, dovrebbero essere condotti studi di alta qualità per determinare in che modo le proprietà antibatteriche dei tartufi possono influenzare queste infezioni batteriche negli esseri umani.

Aiuta a ridurre le infiammazioni

L’infiammazione è una parte vitale della nostra funzione immunitaria che aiuta a difendere il corpo da infezioni e malattie.

Tuttavia, si ritiene che il mantenimento di alti livelli di infiammazione a lungo termine contribuisca allo sviluppo di malattie croniche.

Alcune ricerche suggeriscono che i tartufi possano aiutare ad alleviare l’infiammazione e quindi promuovere la salute generale e l’immunità.

Facile da aggiungere al proprio regime alimentare

Una volta assodato che si possa trattare di una prelibatezza costosa riservata ai piatti gourmet, è possibile anche valutare che ci sono molti modi per aggiungere il tartufo alla dieta senza dover svuotare il conto in banca.

Ampiamente disponibili nei mercati specializzati e nei rivenditori online, i tartufi neri sono una delle varietà più comuni e molto più convenienti rispetto ad altri tipi, come la varietà bianca.

Prova a guarnire insalate, zuppe o primi piatti con pochi trucioli per un contorno saporito e ricco di aromi.

In alternativa, puoi mescolare un po’ di tartufo con olio d’oliva o burro a temperatura ambiente da utilizzare nelle tue ricette preferite per un tocco gustoso.

La delicatezza funziona bene anche in sughi, pasta, risotti e piatti di carne o pesce.

 

digital food libro di marco ilardi
Leggi Digital food il nuovo libro di Marco Ilardi
come diventare cuoco professionista
Cerchi lavoro in cucina? Scopri le offerte lavorative per cuochi
ricetta carbonara cannavacciuolo marco ilardi e lino d' Angiò
Vi presentiamo Giovannino Caccavacciuolo e la sua ricetta segreta della carbonara guarda la videoricetta dello chef
libro marco ilardi
Digital Food il libro di Marco Ilardi
wine nft app mobile lista vini metaverso
Wine NFT la lista dei vini nel metaverso
Contenuti riservati a Cinque gusti