apple store

Cibo e ansia – nemici e amici

cibo-e-ansia-cinque-gusti

Il cibo e l’ansia sono strettamene correlati e il loro rapporto, in base a come decidiamo di gestirlo, può giovare al nostro organismo e alla psiche oppure contribuirne il deterioramento.

Oggi proveremo a fare proprio questo: comprendere in che modo il cibo e l’ansia sono correlati e quali sono gli alimenti da evitare e da favorire per aiutare a vivere meglio non solo nel corpo ma anche nella mente.

Sono in molte le persone che affrontano l’ansia e lo stress mangiando a più non posso qualsiasi cosa capiti sotto il loro naso, peccato che queste persone non sanno che molti degli alimenti che potrebbero assumere “random” probabilmente sono anche i principali nemici del loro stato psichico.

 

Cibi che favoriscono l’ansia

Ecco una lista degli alimenti da evitare quando si è particolarmente stressati, nervosi o in ansia:

  • Cereali (riso, crusca, frumento, segale, avena): contengono acido fitico che è un anti-nutriente in grado di bloccare l’assorbimento di zinco, ferro, calcio e magnesio con conseguente aumento dell’ansia.
  • Dolci: tutti gli alimenti che contengono zuccheri raffinati possono rendere nervosi perché sono degli stimolatori molto forti.
  • Caffeina: rende irrequieti e aumenta la frequenza cardiaca, è bene stare molto attenti a consumarne con parsimonia per evitare l’incremento di stress.
  • Alcol: il troppo storpia, si sa. Questo è uno di quei casi. Bere un bicchiere di vino per rilassarsi ci sta, ma esagerare con l’alcol nel tempo porta moltissimi problemi che influiscono anche sul nostro stato nervoso.

 

Cibi che contrastano l’ansia

Per ogni “male” esiste sempre una cura. In questo caso esistono molti cibi che possiamo considerare ansiolitici e che contrastano stress, nervosismo e ansia.

Eccone alcuni:

  • Ortaggi e verdure: tra i migliori amici regolatori delle cellule del buon umore abbiamo asparagi, broccoli, spinaci, carciofi e patate.
  • Latte e uova
  • Alimenti ad alto contenuto di Vitamina C
  • Fagioli
  • Frutta come mele, ciliegie, mirtilli, lamponi, prugne
  • Noci
  • Curcuma
  • Zenzero

 

Cucinare combatte ansia e stress

Un altro importante alleato per ridurre ansia e stress? L’arte culinaria.

Mettersi ai fornelli con le mani in pasta aiuta tantissimo a calmarsi e ridurre i livelli di stress che accumuliamo quotidianamente.

Non a tutti piace cucinare, ma il consiglio è quello di provarci: non per fare un piacere agli altri ma a sé stessi. È una cura paragonabile all’arte e alla musica perché aiuta a sperimentare e ci connette con noi stessi eliminando i pensieri che ci opprimono.

È anche un lavoro di concentrazione, quindi ci permette di essere focalizzati sul qui e ora senza viaggiare troppo con la mente da altre parti.

Sono 3 i principali effetti della cucina sul nostro umore:

  • Psicologico: cucinando attiviamo determinati comportamenti che ci impediscono di pensare troppo;
  • Creativo: la cucina è colore, sperimentazione, e tanta creatività;
  • Fisico: l’assaggio del risultato finale, essendo immediato, ci offre un’altrettanta immediata gratificazione.

 

Molto importante è anche l’utilizzo delle erbe aromatiche: può diventare involontariamente un’aromaterapia molto efficace.

Rosmarino, cannella, origano sono solo alcuni degli esempi di come gli aromi delle spezie possono condizionare il nostro umore.

 

Doppio focus

Cucinare ci aiuta ad acquisire anche molta consapevolezza su noi stessi e su cosa mangiamo. Ecco perché parlo di doppio focus. Perché da un lato ci “obbliga” a pensare solo e soltanto al “qui e ora” per far sì che il risultato finale sia ottimale.

Dall’altro lato ci rende molto consapevoli di quello che mangiamo: gli ingredienti gli scegliamo noi, sappiamo da dove arrivano e in quale modo sono stati trattati.

Questo è il potere del cibo.

 

>>> Cibi che fanno bene alla pelle

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

la-cottura-sottovuoto-cinque-gusti

La cottura sottovuoto

La cottura sottovuoto è una tecnica più recente, che ha cominciato a spopolare circa nel 2016 e ha affascinato gli chef di tutto il mondo.

cheese bra fiera del formaggio bra settembre 2021

Cheese Bra la fiera del formaggio 2021

Che cos’è Cheese? Cheese è una manifestazione enogastronomica gratuita di Slow Food e Città di Brà patrocinata dalla Regione Piemonte ed il sostegno del Ministero

federico-belluco-ristorante-makore-BootcampHoreca-Work-Forum-2021

Bootcamp&Horeca Work Forum 2021

Lo chef del Ristorante Makorè, Federico Belluco rappresenterà il Piemonte al Bootcamp&Horeca Work Forum 2021   Lunedì 13 e martedì 14 settembre, ad Assisi, il

come-scongelare-correttamente-il-cibo-cinque-gusti

Come scongelare correttamente il cibo

Esistono delle dritte per scongelare correttamente il cibo? C’è chi improvvisa e chi preferisce seguire le giuste metodologie in cucina. Io sono favorevole alla seconda

minipimer frullati

Minipimer a cosa serve

Il minipimer è un frullatore a immersione: si tratta di uno strumento molto pratico e versatile, utilizzato in cucina per diverse preparazioni anche in merito alla presenza di vari accessori. É molto semplice da usare, occupa uno spazio minimo e può offrire prestazioni eccellenti, oltre alla possibilità di effettuare numerose lavorazioni. Vediamo quali sono i migliori.

spaghetti-vs-noodles-cinque-gusti

Spaghetti vs Noodles

Spaghetti vs Noodles, Oriente vs Occidente. Quali sono le differenze? La verità è che comunque sia, la pasta lunga piace proprio in tutto il mondo.

cuzzetiello-napoletano-cinque-gusti

Il Cuzzetiello Napoletano

Il Cuzzetiello napoletano è una delle merende più semplici e gustose della cucina tradizionale napoletana. Per essere perfetto, è necessario utilizzare il miglior pane cafone

GRAMSCI TORINO

Il Gramsci Torino si veste di nuovo

È una veste completamente nuova quella de Il Gramsci, storico locale di Torino che ha rinnovato l’immagine e l’aspetto grazie alla ristrutturazione voluta dalla nuova